In che direzione pregare (3)

2928. Direzione precisa? Non è necessario che la direzione sia precisa fino in fondo, perché non è sempre possibile esserlo, e così era l'uso comune anticamente. (vedi Pisqè Teshuvot 94::1(:2))

2929. Pubblico impreciso. Se ci sono diverse persone che pregano assieme e nessuna conosce la giusta direazione, preghino tutte nella stessa direzione e non ognuna verso un punto differente, persino se non meno di Minjian. (Pisqè Teshuvot 94:7)

In che direzione pregare (2)

2924. Non so la direzione. Chi non sa le direzioni, indirizzi il suo cuore al Nostro Padre nei Cieli. (Shulchan arukh (Orach Chajim 94:3)) ed è comunque corretto indirizzarsi verso una direzione (Beur Halakhàh 93:3 מי)

2925. Bussola. E' però possibile orientarsi attraverso una bussola, oppure attraverso il sorgere del sole (a est) o il tramonto (ovest) per cui sono ritrovabili le direzioni cardinali. 

2926. Su un mezzo di locomozione. Chi si trovasse su un mezzo di locomozione se è possibile fermarsi a pregare è la cosa migliore. Se non fosse possibile, è possibile pregare su di esso [a condizione di non essere lui alla guida, perché non riuscirebbe a concentrarsi (vedi Pisqè Teshuvot 95:8(:44))], se può alzarsi è tenuto a farlo, altrimenti prega seduto. (vedi Shulchan 'arukh (Orach Chajim 94:4)) Se può alzarsi almeno quando deve inchinarsi durante la 'amidàh, lo faccia (Shulchan 'arukh e Ramà ז"ל (Orach Chajim 94:5))

Sono in viaggio - in che direzione devo pregare?

2921. Fuori da Eretz Israel. Chi si trova fuori da Eretz Israel, prega (ossia recita la 'Amidàh) in direzione di Eretz Israel. Pertanto se ci si trova in Italia - si prega in direzione sud-est. Se invece ci si trova in Cina, si prega in direzione sud-ovest. Se si prega in Sud Africa - in direzione nord - est, e così via. (vedi Shulchan 'arukh (Orach Chajim 94:1) e Mishnàh Beruràh 94:1(:1))

2922. In Eretz Israel. Chi invece si trova in Eretz Israel, recita la 'Amidàh in direzione di Yerushalaim. Pertanto chi si trova a Tel Aviv pregherà in direzione est, chi invece a Tiberiade (Tveria) verso sud, e chi a Beer Shev'a - verso nord. (vedi Shulchan 'arukh (Orach Chajim 94:1))

2923. A Yerushalaim. Chi si trova a Yerushalaim, recita la 'Amidàh  in direzione di dove dovrebbe stare il Bet HaMiqdash, vicino al Kotel HaMa'aravì ~ muro occidentale (conosciuto in Italia come muro del pianto). Pertanto nella città stessa di Yerushalaim ogni Bet HaKenesset a seconda della zona in cui si trova, può pregare verso una differente direzione. (vedi Shulchan 'arukh (Orach Chajim 94:1))

2924. Girarsi fisicamente. Se non potesse dgirarsi fisicamente completamente verso quella direzione, comunque pensi in cuor suo e nella sua immaginazione, come se si trovasse in Eretz Israel, a Yerushalaim, nel Bet HaMiqdash, nel Qodesh HaQodashim, luogo attraverso cui tutte le Tefillot salgono. (vedi Mishnàh Beruràh 94:3(:2))

Continua...


Shavu'ot 5778 in brevissima!


Ricordarsi di contare l'Omer (stasera 49°)

Finalmente siamo arrivati all'antivigilia vigilia di Shavu'ot, da Motzaè Shabbat per un giorno in israele e due all'estero sarà Chag.


Per prepararsi al meglio riguardo alla casistica di Shavu'ot che cade a Motzaè Shabbat si legga il documento o si scarichi e si stampi da questo link.
Vediamo qui invece in brevissima alcune regole per passare al meglio Yom Tov

Cos'è Shavu'ot

2908 - Shavu'ot - conclusione della Sefirat Ha'OmerDopo aver concluso completamente il conteggio delle sette settimane dell' 'Omer, si festeggerà la cinquantesima sera la festa di Shavu'ot.


2909 - Shavu'ot - Yom Tov. Shavu'ot è il giorno in cui festeggiamo il Mattan Toràh ~ Ricezione della Toràh, in cui HaShem si è rivelato davanti a tutto il popolo, dicendo 'in prima persona' le prime due Dibberot ~ comandamenti e rivelando le successive Dibberot per mezzo di Moshe'h Rabbenu ע"ה a tutto il popolo.

Qiddush della Sera di Shavu'ot 

2910 - Quando? E’ opportuno recitare il Qiddush della sera di Shavu'ot solo dopo Tzet HaKokhavim, e molti poseqim sostengono che sia necessario per ‘completare le settimane del conteggio dell’ ‘Omer’. Secondo Chakham ‘Ovadiàh Yosef שליט"א se attendere provoca tristezza ח"ו e ritardo nello studio della notte, è possibile anticipare fin dall’ora di Pelag HaMinchàh a condizione di aver accettato su di sé la festa, meglio dopo la Sheqi’ah. (vedi Ben Ish Chai Bemidbar 2, Halikhot ‘Olam 2:3-4:2) Quest'anno però in cui cade all'uscita di Shabbat è preferibile comunque attendere la sua uscita. Vedi meglio nel documento scaricabile.

2911 -   Qiddush anticipato. Nel caso si anticipi il Qiddush prima di Tzet HaKokhavim, è opportuno comunque mangiare un KaZait (27 cc) di pane dopo Tzet HaKokhavim. (Chazon ‘Ovadiàh Yom Tov 305:2)

2912 -  Non obbligatorio. Se è possibile essere rigorosi a priori e attendere Tzet HaKokhavim senza rendere tristi i commensali e/o perdere lo studio durante la nottata di Shavu’ot è sicuramente meglio. (vedi Yechavèh Da’at 6:30)

2913 - La seconda sera. La seconda sera di Shavu’ot è possibile recitare il Qiddush anche molto prima di Tzet HaKokhavim. Nei casi in cui il caldo o altri agenti esterni potrebbero infastidire durante la notte, è anzi meglio anticipare. (vedi Ben Ish Chai Bemidbar 2)


Il Tiqqun di Shavu'ot:


2914 -  Il Tiqqun. In generale, la cosa migliore da studiare la notte di Shavu'ot è il Tiqqun della notte di Shavu'ot. In base a ciò che spiega lo Zohar HaQadosh e Rabbenu HaArì ז"ל i sefarditi hanno un Tiqqun composto in questo modo (vedi Ben Ish Chai Bemidbar 3-4): 
a. Tanakh: passi iniziali e finali di ogni parashàh e di ogni libro dei Neviim e dei Ketuvim, più passi scelti legati a Shavu'ot e al Mattan Toràh.
b. Sefer haMizvot: si usa leggere tutte le 613 Mizvot della Toràh.
c. Midrashim sul Mattan Toràh: che descrivono come è avvenuto e la preparazione ad esso.
d. Idrà Rabbà.Una parte dello Zohar HaQadosh.

2915 - Studiare altro. E' molto opportuno studiare il Tiqqun. Se una persona però ha serie difficoltà, oppure predilige ampiamente altri studi, ci sono poseqim che dicono di seguire questa indole, a condizione che studi seriamente e tutta la notte. (vedi Choq Ja'aqov Orach chajim 494, vedi Or Letzion vol. 3 e Chazon 'Ovadiàh Yom Tov sulla notte di Shavu'ot)  

2916 - Non solo la notte! Non solo la notte di Shavu'ot si occupi di studiare Toràh, ma s'impegni a studiarla anche di giorno Be"H. Gli studi preferenziali vanno (a) allo studio delle 613 Mizvot, classicamente con le Azharot di Rabbenu Shelomò Ben Gavirol ז"ל o con il Sefer HaMizvot del Rambam ז"ל. (b) al libro di Tehillim, e (c) la Meghillàh di Rut. (vedi attentamente Cahzon 'Ovadiàh 320:15)

2917 -  Perchè il libro di Tehillim? Il giorno di Shavu'ot è il giorno della nascita e della scomparsa di David HaMelekh ע"ה, autore dei Tehillim. Pertanto oggi la loro lettura è ancora più 'potente' e efficace. Oltre che studiare di ciò che qualcuno ha insegnato nel giorno della sua scomparsa è in sè qualcosa di positivo. (vedi Sanhedrin 101 'amud alef, vedi anche Chazon 'Ovadiàh 320:15)


Isru Chag:

2918 -  Isru Chag. Il giorno che segue l'ultimo giorno di Yom Tov di Pesach, Sukkot e Shavu'ot è chiamato Isru Chag. In questo giorno si evita di digiunare. (vedi Nit'e Gavriel Pesach 3:22:1)

2919 - Mangiare. Si usa abbondare nel mangiare, possibilmente facendo un pasto vero e proprio il giorno di Isru chag. (vedi Shulchan 'arukh Orach Chajim 429:1 e Nit'e Gavriel Pesach 3:22:4)

2920 - Lavorare. C'è chi usa vietare di lavorare in questo giorno, ma dal punto di vista di Halakhàh stretto è permesso, se non in un luogo in cui sia chiaro che ci sia questo uso. (vedi Toràh Lishmàh 140, Nit'e Gavriel Pesach 3:22:3, vedi anche Zikhrè Kehunàh Alef 1 (Isru Chag))


Cose Tecniche da ricordarsi in brevissima:

  • Candela per passare il fuoco. Preparare almeno una candela da 48 ore che rimanga accesa da prima di Shabbat per poter accendere poi altri fuochi durante Yom Tov. 
  • Candela per la Havdalàh. Preparare qualcosa che funga da “candela” per la havdalàh considerando: a. che non si può spegnere, b. che deve rimanere accesa, c. che dev’essere possibile lasciarla accesa almeno il tempo di recitare la berakhàh di “Borè Meorè HaEsh” e d. possibilmente deve avere due stoppini. Ottenibile facilmente aggiungendo un fiammifero sulla candela (magari di quelle piccole che si possono prendere senza problemi) oppure con due fiammiferi (stando attenti a posizionarli dopo l’uso in un posto studiato in modo che non facciano danni chas veshalom e che non si spengano per l’averli gettati) 
  • Havdalàh. Bisogna ricordarsi che il Qiddush segue una forma differente dal solito (come visto nella halakhàh 409) 
  • Fragole. In molti luoghi si mangia e si studia con “Fragole e Toràh”. Bisogna però stare attenti che le fragole (e così anche il resto della frutta) siano controllate dai vermi. Altrimenti si possono trasgredire anche 5 divieti per verme, ossia cinque volte tanto la gravità di mangiare un pezzo di maiale. Quindi bisogna stare ben attenti a ciò che si mette in bocca, sia considerando la buccia, la superficie del frutto che l’interno. Come controllarle? vedi halakhot 2890-2893 in particolare.
  • Vestiti nuovi. Spesso durante Yom Tov si inaugurano B”H vestiti nuovi per onorare il Chag. In tal caso, si deve preparare il vestito per essere già pronto all’uso prima di Shabbat perché non ci sia niente che possa essere problematico; ossia si tolgano eventuali aghi, fili, etichette e simili, perché non è possibile poi toglierli durante Shabbat e Yom Tov. 
  • Vestiti dalla tintoria. Se una persona non veste abiti nuovi, è possibile che abbia dato l’abito in tintoria. In tal caso, deve stare attento a rimuovere eventuali etichette prima di Shabbat, affinché sia pronto all’uso.
  •  Tagliarsi i capelli. E' opportuno, se una persona ha la possibilità (perchè gli sono ricresciuti) di tagliarsi i capelli per arrivare "ordinato" alla festa.
  • Latticini. C'è l'uso di mangiare latticini durante Shavu'ot. Comunque bisogna stare attenti alle questioni legate alle norme di carne e latte. Quindi ci sono diverse opzioni: 
  1. La più semplice per chi rischia di complicarsi la vita (o di complicarla troppo alla moglie o alla madre) è quella di fare un pasto a base di latticini e un altro a base di carne (c'è il pasto della sera e quello del giorno). 
  2. Oppure è possibile fare il Qiddush, preparare tutto di latte, mangiare, cambiare quindi tovaglia, togliere il pane (e portarne altro), lavarsi la bocca con un liquido e un cibo solido parve (tipicamente il pane) e passare quindi a mangiare carne. Secondo la Qabbalàh è necessario attendere un'ora tra l'avere mangiato latticini a mangiare carne effettivamente (oltre a ciò che abbiamo scritto). Secondo lo peshat ~ livello letterale è invece sufficiente quanto visto finora (cambio tovaglia ...) (vedi Shulchan 'arukh Yorèh De'a 89 e commentatori). 
  3. Chi fa il Tiqqun la notte e prega Shacharit (e Musaf) presto, allora può fare il Qiddush subito e mangiare latticini, effettuando poi la berakhàh acharonàh (birkat hamazon se ha mangiato almeno un KeZait di pane, altrimenti deve mangiare almeno un kezait (27 grammi) di Mezonot) e all'ora di pranzo torna a mangiare carne. 
Un ultimo avviso. Chi mangia latte la sera, stia attento a verificare che siano passate il numero di ore che attende solitamente dalla carne mangiata a pranzo.

Prepararsi per Shavu'ot che cade all'uscita di Shabbat (2)

2904.      Tagliarsi i capelli. Ci si tagliano i capelli in onore della festa. Anche chi è rigoroso ad evitare di tagliarsi i capelli fino alla  vigilia di Shavu'ot secondo l'opinione di Rabbenu HaArì ז"ל, in un anno in cui il 49° giorno dell' 'Omer capita di Shabbat si anticipa il taglio alla vigilia di Shabbat[1].

2905.      Purificarsi. E' una Mizvàh per ogni uomo purificarsi immergendosi nel Miqvèh prima della festa; anche chi non è solito immergersi ogni vigilia di Shabbat, è importante che lo faccia la  vigilia di Shabbat anche in onore della festa[2].

2906.      'Eruv Tavshilin. NON bisogna fare l' 'Eruv Tavshilin, poiché serve solo quando Yom Tov precede Shabbat e non viceversa.

2907.      Fuoco. Bisogna porre attenzione a preparare del fuoco già acceso in casa, almeno per accendere le candele di Yom Tov all'uscita di Shabbat.

Attenzione! Le candele da 24 ore non sono sufficienti, perché si spegnerebbero nell'arco dello Shabbat. Si può optare a candele da 26 ore accendendole appena prima di Shabbat oppure da 48.


[1] Vedi Chazon 'Ovadiàh Yom Tov 267(-268):39(:56). Vedi inoltre nel libro in italiano "Lag Ba'Omer e Rabbì Shim'on Bar Yochai" in cui mi sono dilungato maggiormente.
[2] Vedi Chazon 'Ovadiàh Yom Tov  102(-104):10(:16). Vedi inoltre il libro in italiano "Le Halakhot del mese di Elul" riguardo a come purificarsi se non si può utilizzare il Miqvèh.

Shavu'ot all'uscita di Shabbat (1)

Quest'anno Shavu'ot cade all'uscita di Shabbat.
Ci sono degli accorgimenti particolari da tenere a mente, per cui dedicheremo le prossime halakhot Belì neder.

2899. Tagliarsi i capelli. Prima di Shavu'ot è importante tagliarsi i capelli per arrivare ordinati alla festa. Quest'anno è necessario tagliarli prima di Shabbat. Così anche chi segue la Qabbalàh e non si rade in tutto il periodo dell' 'Omer, si rade prima di Shabbat[1].

2900. Candela per passare il fuoco. Si prepari almeno una candela da 48 ore che rimanga accesa da prima di Shabbat per poter accendere poi altri fuochi durante Yom Tov. Durante il primo giorno di Yom Tov in tal caso bisognerà accendere un'ulteriore candela da almeno 24 ore, almeno per accendere le candele del secondo giorno di Yom Tov [per chi abita fuori da Eretz Israel].

2901. Stoppini. E' preferibile preparare gli stoppini da prima di Yom Tov, perché ci sono Poseqim che sostengono sia un problema.

2902. Fissare le candele. Chi utilizza candele di cera attaccandole al candelabro, non può farlo durante Yom Tov, quindi o si usano altre candele (ad olio ad esempio) oppure un altro candelabro, in cui si fissano le candele prima di Shabbbat.

2903. Le candele. Le candele di Shavu'ot che cade all'uscita di Shabbat si accendono sicuramente dopo l'uscita dello Shabbat, preferibilmente dopo aver detto la frase "Barukh HaMavdil Ben Qodesh LeQodesh" senza ulteriori aggiunte.



[1] Così ha fatto Rabbenu Moshèh Chajim Vital ז"ל, e così sostengono numerosi Poseqim Mequbbalim, tra cui HaGaon Haçhidà ז"ל nel Kaf Achat 22:1 e nel Birkè Yosef 493:6, Rabbenu Chajim Falagi ז"ל nel Mo'ed LeKol Chai 8:9, 6:9, Kaf HaChajim Sofer 493, e questo era anche l'uso nella Yeshivàh di Mequbbalim di Yerushalaim תובב"א "Bet E-l" come riporta nel libro Netivè 'am (Minhaghè Bet E-l 55). Vedi inoltre Chazon 'Ovadiàh Yom Tov

Domani: Rosh Chodesh Sivan!

Stasera: 45° LaMatMonim - ricordarsi di contare la Sefirat Ha'Omer. 
Rosh Chodesh Sivan domani - 1 solo giorno! Guida pratica a Rosh Chodesh.

E' importante leggere oggi la Tefillat HaShelàh HaQadosh - la Tefillàh per lo Zivug di sè stessi e dei propri figli: http://dytefillah.blogspot.co.il/2011/06/teffillat-hashelah-haqadosh-per-il.html E' importante condividerla! Condividi anche il video!
Vedi video:


2897. Rosh Chodesh Sivan. Rosh Chodesh Sivan è una delle ultime tappe prima di Shavu'ot, prima del Mattan Toràh. Non si recita il Tachanun da Rosh Chodesh Sivan fino ad almeno Isru Chag compreso. (vedi Ramà ז"ל Orach Chajim 494:3) E c’è chi usa non recitarlo fino a 7 giorni dopo l’inizio di Shavu’ot, quindi fino al 12 Sivan, e così è il Minhag sefardita. (vedi Chazon ‘Ovadiàh 323:18)

2898. Shabbat Kallàh. Lo Shabbat prima di Shavu’ot è chiamato “Shabbat Kallàh”, e il Minhag in molte comunità è quello di fare una Derashàh particolare dedicata all'importanza dello studio della Toràh. (vedi Berit Kehunàh Dalet 9)

Rosh Chodesh Sivan e viglia

Ricordarsi di contare l'Omer (stasera 43°) 
  Domani sera è Rosh Chodesh Sivan

Vi ricordiamo che anche chi ha perso la possibilità di recitare la Berakhàh è tenuto a contare l'Omer

Questa settimana ci sarà Rosh Chodesh Sivan (lun sera - mar '18). La vigilia è consigliato porre attenzione a questa Tefillàh.


2895 -  Tefillat HaShelàh. La vigilia di Rosh Chodesh Sivan è opportuno leggere la Tefillat HaShelàh HaQadosh, preghiera per il successo dei propri figli e per il loro zivug ~ partner. Trovate qui la tefillàh, con relativa traslitterazione. E' una Mizvàh anche diffonderla, affinché più persone possano leggerla, e chiunque la legga in più, in Cielo aggiungono tale merito anche alla persona che gliene ha causato la lettura.

2896 -  Halakhot di Shavu'ot. E' opportuno cominciare a studiare le halakhot di Shavu'ot almeno da Rosh Chodesh Sivan (vedi Mishnàh Beruràh 429:1 a nome del Gaon di Vilna ז"ל, vedi anche Yabbi'a Omer 2:Orach Chajim:22 che spiega che non è strettamente obbligatorio - riportato nelle note Ish Matzliach MB5:3:2)

Fragole, vermi e Toràh (4) - come si controllano le fragole?

Abbiamo visto nei giorni scorsi che ci sono 3 cose da sapere per controllare i vermi: a) cosa cercare, b) dove e c) come.

2890. Le fragole. Le fragole sono molto infestate. Il Rav HaGaon Moshèh Vaya שליט"א, tra i massimi esperti mondiali di vermi, ha riportato che il Mekhon Lehanchalat Hahalakhàh negli anni 5767-5769 ha controllato centinaia di specie di fragole da quindici paesi differenti e le ha trovate tutte infestate, da cui ha ottenuto il risultato che è considerata mondialmente come specie infestata. (Bediqat HaMazon KaHalakhàh 2:175:1)

2891. Infestazione. Sono diversi gli insetti che infestano le fragole, poiché si trovano in cespugli che li attirano, data la la loro forma e colore. (Bediqat HaMazon KaHalakhàh 2:175(:2)). Tra questi:
1. Kenimot 'Alèh ~ afidi della foglia. Sono piccoli moschini di colore giallo / verdognolo, che sono lunghi tra il mezzo millimetro fino ai due. Assomigliano molto ai puntini gialli sulla fragola.
2. Acari. Sono lunghi un terzo di millimetro, e sono di colore bianco o marrone tendente al rosso, visibili come un granello di polvere ad un occhio poco allenato.
3. Tripsim ~ tripidi. Sono degli insidiosi insetti gialli della grandezza che varia dal mezzo millimetro fino a un millimetro, che isi trovano spesso sulla superficie del frutto, e si nascondono sotto i granelli gialli della fragola. (sono quelli del video 1 e 2)
4. Mosche della frutta. Spesso inseriscono le loro uova dentro il frutto
5. Pesuqaim. tipologia di insetto grigio della lunghezza di mezzo millimetro fino a due millimetri, che si trova principalmente sotto lo stolone (il rametto) verde
6. Larve e vermi. Di colore bianco o verdognolo marrone, talvolta si trovano sulla frutta. Questo non è molto diffuso, ma è riconoscibile facilmente in particolare se il frutto è tendente ad essere sciolto.


2892 mangiarle senza supeficie. Il metodo più semplice per consumarle è procedere con la rimozione con il coltello della superficie esterna, seguito da un risciacquo sotto un getto forte d'acqua. Così se c'era un verme sulla superficie, non c'è più, e se fosse penetrato il risciacquo è sufficiente, poiché è stato rimosso da dove stava. (vedi Bediqat HaMazon KaHalakhàh 2:182 אופן ב - vedi immagini su http://dinonline.org/Bedikat/strawberries/ - ringraziamo il Dr. Grosser per la segnalazione) 

2893. Diversi tipi di controllo. Ci sono diverse opinioni riguardo al come controllare le fragole, c'è chi è più rigoroso e chi facilita di più, ritenendo che sia sufficiente un processo più leggero, che nella stragrande maggior parte dei casi è sufficiente. Per completezza riporto i vari processi, e chi lo desidera può appoggiarsi sui facilitanti:

Processo base (vedi Bediqat HaMazon KaHalakhàh 2:179-180, Shma'atata 'Amiqta 333 e 250 - - vedi immagini su http://dinonline.org/Bedikat/strawberries/ - ringraziamo il Dr. Grosser per la segnalazione)):
1. Si scelgano fragole integre e belle [non doppie, rotte o con piegature; se presente una zona del genere si rimuova con il coltello],
2. Si rimuova lo stolone (il rametto) verde con uno strato leggero del frutto, [così da evitare anche i Pesuqaim citati in precedenza, e così si evita di creare un foro, in cui possono penetrare gli insetti e rimanerci], ponendo attenzione a non forare il centro - in caso avvenuto si tagli in due il frutto
3. Si inseriscono nell'acqua con un poco di sapone liquido per tre minuti, [il sapone permette che gli insetti attaccati al frutto si stacchino, e scioglie i residui dei pesticidi (le fragole sono tra i frutti più pesticizzati); è preferibile un detergente senza profumo, così da non lasciare residui di sapore (Bediqat HaMazon KaHalakhàh 2:180:2:1(:9)]
4. Sciacquare dal sapone sotto un forte getto d'acqua,

Facilitanti - che permettono anche di mangiarlo così: (vedi Shma'atata 'Amiqta 333 e 250):
5. Sciacquare ogni singolo frutto sotto un forte getto d'acqua, [preferibilmente strofinandolo prima con una spazzola apposita - in base a Rav Revaçh - vedi video]
6. Se c'è il sospetto sia penetrato, si apra in due il frutto.

Rigorosi - cucinarlo o macinarlo. (Bediqat HaMazon KaHalakhàh 2:182- - vedi immagini su http://dinonline.org/Bedikat/strawberries/ - ringraziamo il Dr. Grosser per la segnalazione))
5. Si ripete l'immersione nel liquido con un poco di sapone liquido e la sciacquata (punto 3-4) per altre due volte
6. Si macini il frutto oppure si cucinino.

Fragole, vermi e Toràh (3) - c'è qualcosa che è davvero vietato?

Ci avviciniamo a Shavu'ot. I temi da trattare sono numerosi, tutti legati alla ricezione della Toràh. Una delle iniziative molto positive spesso presenti nel panorama italiano è "Fragole e Toràh". Da questo prendo spunto per trattare di un argomento sensibile e particolare: "Fragole, vermi e Toràh" - le fragole sono particolarmente sensibili al fenomeno dei vermi, da cui prendo spunto per trattare per qualche giorno Belì Neder (cominciato l'altro ieri). Approfitto inoltre per segnalare che è possibile trovare una miniguida sui vermi in buona parte della frutta nel libro "Guida per il tuo Tu BiShvat", in cui sono illustrati alcuni dei principi base e molti processi di controllo di numerosi tra i frutti più comuni.

2888. Vietato mangiare. Non c'è un cibo che intrinsecamente è vietato mangiare, ma tutti i cibi infestati (riguardo a che cibo è necessario controllare al momento rimando al libro "Guida per il tuo Tu BiShvat") necessitano di controllo e di eliminazione dei vermi, sapendo quasi per certo che ci sono. Il problema è quanto tempo e attenzione richiede il processo. Chiaramente se voglio consumare una foglia di lattuga e il controllo mi prende a foglia di circa due o tre minuti, è possibile che m'impegno e mi dedico perché ne vale la pena, oppure lascio stare e opto su altri cibi. Ci sono poi frutti più elaborati e problematici, la cui trattazione non è destinata al momento a questa sede, in cui il controllo può essere molto più meticoloso. 
La cosa però fondamentale è avere sempre presente: a) cosa cercare, b) come e c) dove!

2889. Credibilità. Bisogna pertanto però sapere che non tutti hanno credibilità nel controllo dei vermi. Ossia, ogni singolo ebreo osservante che tiene alla kasherut è credibile su tutto ciò che osserva [se non è osservante (come sancito dallo Shulchan 'arukh (Yorèh De'àh 119(:1)), allora generalmente non è credibile che s'impegni così tanto per osservare qualcosa per gli altri, a meno che non ci siano facilitazioni particolari], a condizione però che sappia le norme base a riguardo.
Ci sono due implicazioni importanti:
- non ebreo. Un non ebreo anche molto puntuale, non è credibile sul controllo dei vermi, poiché non ha la Mizvàh di porci attenzione, ed è un processo non semplice.
- chi non sa cosa cercare. Chi non sa cosa deve cercare, anche se ha le migliori intenzioni, non è credibile che possa aver controllato, come visto ieri. Pertanto anche se si è ospiti o da qualche parte in cui si sa che non è verosimile sia stato fatto un controllo accurato [in ciò che lo necessita], si eviti il consumo.

Domani - finalmente: come controllare le fragole!