Ben HaMetzarim - Musica

2465. Musica. Anche chi facilita durante l'anno a sentire musica strumentale da un lettore mp3 e simili, durante il periodo di Ben HaMetzarim bisogna essere rigorosi sulla questione, poichè comunque bisogna tenere un tono. (vedi Maghen Avraham 551, vedi anche Mishnàh Beruràh 551:16, vedi anche Shulchan 'arukh 560:3, Torat HaMo'adim 5:2)

2466. Cantare. E' permesso anche durante Ben HaMetzarim cantare senza accompagnamento musicale lodi ad HaShem Itbarakh, e così anche durante la Tefillàh e durante lo studio. (Torat HaMo'adim 5:2) e c'è chi è maggiormente rigoroso, se non durante una Se'udat Mizvàh, come un pidjion HaBen, un Berit Milàh o Motzaè Shabbat e Yom HaShishì (ven) dopo Chatzot HaYom. (Maamar Mordekhai di Rav Mordekhai Eliahu ז"ל - 25:6-7, vedi anche Pisqè Teshuvot 551:13) 

Domanda. Spesso si sente al telefono una musica d'attesa, sia che siano centralini che cellulari. E' possibile sentire questa musichetta durante il periodo di Ben HaMetzarim?
2467. Attesa. Essendo una musica che non ha nessuno scopo di godimento, ma solo una musichetta d'intrattenimento per attendere il fine che è quello della risposta alla chiamata, me'iqqar hadin ~ in base alla norma stretta non è necessario distogliere l'orecchio. Ma chi è rigoroso e distoglie l'orecchio Tavò 'alav Berakhàh ~ giunga su di lui la Berakhàh ~ Benedizione. (Maamar Mordekhai 25:9-10 di Rav Mordekhai Eliahu ז"ל)



2468. Al supermercato. In un luogo in cui c'è la musica malgrado la persona stessa e non è possibile spegnerla, come nel caso della musica di sottofondo in un supermercato, è possibile rimanere lì durante Ben HaMetzarim nonostante la musica. Ma si decida di non volerla ascoltare. (vedi Chazon 'Ovadiàh Avelut 2, pag. 267:16) 

Domande sul digiuno


2463. Domanda. Si può nuotare in piscina oggi nel giorno di digiuno?
Per i sefarditi Me'iqqar HaDin è permesso nuotare durante il digiuno [se non 9 di Av o Yom HaKippurim] a condizione di rimanere in condizioni per cui si hanno forze per portarlo a termine. Tra gli ashkenaziti c'è chi è rigoroso a non lavarsi. Vedi http://deroryqra.blogspot.co.il/2012/01/e-possibile-lavarsi-in-un-digiuno.html

2464. DomandaQuanto è importante il digiuno di oggi calcolando che è stato spostato di giorno?
Il digiuno di oggi è allo stesso livello del digiuno normale, perché il Navì riporta il mese e non la data specifica. Ci sono solo facilitazioni relative ad alcune tipologie particolari di persone come chi ha un Berit Milàh. Vedi http://deroryqra.blogspot.co.il/2016/07/17-di-tammuz-posticipato.html

17 di Tammuz posticipato

1.      Inizio del digiuno.Il digiuno comincia all' 'alot HaShachar ~ albeggio  del 18 di Tammuz fino all'uscita delle stelle di quella sera.

2.      Posticipato. Nonostante il digiuno sia posticipato, le persone sane sono tenute a digiunare comunque, e chi è esente dal digiuno, come donne incinte o allattanti in pratica lo sono comunque. Le variazioni riguardano solo poche categorie di persone, tra cui quanto segue.

3.      Ba'alè Berit. I Ba'alè Berit, ossia il Sandaq, il Mohel e il padre[1] del bambino, sono generalmente tenuti a digiunare, ma nel caso di un Ta'anit Daçhui ~ digiuno posticipato digiunano fino al Berit, e poi sono esenti[U2] [2], e secondo l'opinione dello Shulchan 'arukh gli è permesso effettuare il Berit Milàh anche prima di Chatzot HaYom[3]. In tal caso la Berakhàh di "Asher Qiddesh Yedid MiBeten" recitata sul bicchiere di vino, viene recitato da uno dei Ba'alè Berit, che poi beve il vino, oppure lo dà da bere alla partoriente[4].[U3]  Chiaramente tutti gli altri partecipanti al Berit Milàh non possono consumare alcunché[5], compreso il vino del Berit, fino all'uscita del digiuno, in cui si usa preparare un pasto in onore del Berit. Durante il Berit Milàh è permesso cantare le cantiche comuni in quest'occasione[6].

4.      Berit Milàh posticipato. Se il Berit Milàh è stato posticipato, c'è una discussione tra i Poseqim se si possa permettere o se si dev'essere rigorosi[7].


[1] Riguardo alla madre è comunque esente dal digiuno, essendo entro trenta giorni dal parto. (vedi Shulchan 'arukh Orach Chajim 554:6).
[2] כ"כ Mishnàh Beruràh 559:35(:31). Vedi Chazon 'Ovadiàh Ta'aniot 394-396..
[3] כ"כ Shut Or LeTzion 3:29:9?^, Chazon 'Ovadiàh Ta'aniot 402-405.
[4] כ"כ Yoru Mishpatekha 5776:14.
[5] Vedi Mishnàh Beruràh 559:36(:36).
[6] כ"כ Yoru Mishpatekha 5776:14* a nome del Shut Sheerit Simchàh (Siman 15?^) e del libro Tish'ah BeAv Sheçhal BeShabbat 8:27?^.
[7] Tra i facilitanti: Tish'àh BeAv Sheçhal BeShabbat 8:13 che deduce così dalla Mishnàh Beruràh  così sembra anche l'opinione del Shut Or LeTzion 3:29:9, nota ד"ה ויש.
Tra i rigorosi: Torat HaMo'adim 2:6.
Vedi ulteriormente Chazon 'Ovadiàh Ta'aniot pag. 403-404.


Digiuni - Lettura della Toràh

2457.      Lettura. In ogni giorno di digiuno pubblico, si estrae il Sefer Toràh per leggere sia a Shacharit che Minchàh.[1]

2458.      Vaychal. Durante i digiuni pubblici, escluso il 9 di Av a Shacharit[2], si legge sia a Shacharit che Minchàh la Parashàh di “Vaychal”, anche se il giorno di digiuno cade di Yom Shenì (lun) o Yom Chamishì (gio)[3].



[1] Shulchan ‘arukh Orach Chajim 566:1.
[2] כ"כ Mishnàh Beruràh 566:3.
[3] כ"כ Shulchan ‘arukh Orach Chajim 566:1. כ"כ Chazon ‘Ovadiàh Ta’aniot 102:1, Mishnàh Beruràh 566:3

Digiuni - Balli e tagliarsi i capelli

2455.      Suonare e ballare. E’ vietato suonare musica o ballare durante i digiuni di digiuno del 17 di Tammuz e il 10 di Tevet, sia di notte che di giorno[1], persino se il suonatore non ha di che mangiare altrimenti[2], e chi suona per guadagnare, deve sapere che non vedrà Berakhàh da tale guadagno[3]. Per domande specifiche però, si chieda ad un Morèh Horaàh.

2456.      Tagliarsi i capelli. In base alla norma stretta è sicuramente permesso tagliarsi i capelli e radersi in giorno di digiuno [tranne il 17 di Tammuz]. Ciò nonostante non è idoneo farlo[4]. Riguardo al 17 di Tammuz dipende dagli usi – c’è chi vieta di radersi per tutto Ben HaMetzarim, compreso il giorno di digiuno – e questo è l’uso più diffuso tra gli ashkenaziti, e c’è chi vieta solo da Rosh Chodesh o la settimana di Tish’ah BeAv, e in tal caso è permesso.

2457. Domanda. Sono ashkenazita – la sera prima del digiuno del 17 di Tammuz mi è permesso radermi?
Risposta. In base al Minhag che vieta sarebbe corretto evitare, ma se c’è una grande necessità è possibile permettere[5].



[1] כ"כ Ben Ish Chai (1 Devarim 5).
[2] Vedi Ben Ish Chai (1 Devarim 5).
[3] כ"כ Ben Ish Chai (1 Devarim 5).
[4] כ"כ Shut Or LeTzion 3:25:1:1 ואולם. Vedi Ruach Chajim Falagi 566:4^.
[5] כ"כ Shut Igrot Moshèh (Orach Chajim 4:112:2, vedi inoltre Orach Chajim 1:168?).

Digiuno - Gargarismi e inalatore


Questo Yom Rishon a venire (dom 24 luglio '16) cadrà il digiuno del 17 di Tammuz posticipato.
Vediamo alcune risposte a dubbi comuni riguardo i digiuni [non vale necessariamente lo stesso per il 9 di Av e per Yom HaKippurim].

2453.      Respirazione. Chi avesse problemi di respirazione ח"ו e ha necessità di un inalatore, è permesso l’utilizzo[1].

2454.      Mal di gola. E’ permesso fare gargarismi con acqua e sale, a condizione di porre attenzione a non inghiottire alcunché e risputare tutto fuori[2]. D’altra parte però è sicuramente vietato succhiare caramelle o pasticche dolci che aiutano la gola, essendo considerata per il suo sapore al pari di una caramella normale[3].



[1] כ"כ Halikhot Shelomòh Mo’adim (Dinè Yom HaKippurim 5:46?), Sha’arè Halakhàh 6:23.
[2] כ"כ Sha’arè Halakhàh 6:33(:33, :31) in base alla Mishnàh Beruràh 567:11. Vedi inoltre Shulchan ‘arukh e Ramà ז"ל (Orach Chajim 567:1)].
[3] Vedi Sha’arè Halakhàh 6:32.

E' permesso lavarsi i denti durante un digiuno pubblico?

Questo Yom Rishon a venire (dom 24 luglio '16) cadrà il digiuno del 17 di Tammuz posticipato.
Vediamo alcune risposte a dubbi comuni riguardo i digiuni [non vale necessariamente lo stesso per il 9 di Av e per Yom HaKippurim].

2450. Domanda. Posso lavarmi i denti durante un giorno di digiuno?
Risposta. In generale sicuramente non è bene farlo in un giorno di digiuno pubblico[1]. Ciò nonostante se una persona è B”H solita pulirseli quotidianamente e soffre nell’evitare, è possibile permettere a condizione che ponga molta attenzione a tenere la testa e la bocca verso il basso, ponendo attenzione a risputare tutto fuori. E’ possibile permettere di fare ciò anche nei digiuni pubblici[2], e se soffre tantissimo anche il 9 di Av[3]; utilizzando il colluttorio più semplice facilitare[4]. Ciò nonostante a Yom HaKippurim bisogna essere rigorosi evitando completamente[5].

2451.      Cura dentistica. Se una persona deve subire una cura dentistica di cui c’è necessità, è possibile permetterla durante i digiuni pubblici anche se deve ripulirsi la bocca con dell’acqua, a condizione che ponga attenzione a risputarla tutta[6]. Si eviti durante Tish’a BeAv a meno che non ci sia enorme sofferenza. Durante Yom HaKippurim è vietato.

2452.      Colluttorio. E’ possibile permettere di usare del colluttorio, non essendo adatto (e nocivo) ad essere digerito[7].



[1] Vedi Shulchan ‘arukh Orach Chajim 567:3 in base al Kaf HaChajim Sofer 567:13?? a nome del Bighdè Yesh’a. Vedi anche Maamar Mordekhai Karmi 566:2?.
[2] כ"כ Mishnàh Beruràh 567:11, Torat HaMo’adim (Ta’aniot 1:11). Vedi anche Mishnàh Beruràh 4:9(:15).
[3] כ"כ Mishnàh Beruràh 567:11.
[4] כ"כ Shut Beer Moshèh 8:94. Vedi anche Shut Minchat Itzchaq 4:109 che permette di farlo durante Tish’a BeAv solo con il dentifricio, senza acqua e senza colluttorio.
[5] כ"כ Mishnàh Beruràh 567:11.
[6] כ"כ note Ish Matzliach 6:85:4 a nome del Neeman ס"ט in base alla Mishnàh Beruràh 567:11.
[7] כ"כ Shut Beer Moshèh 8:94. Vedi anche Mishnàh Beruràh 567:fine 12 e Shut Minchat Itzchaq 4:109.

Se'udàh Revi'it - la tavola

2448.      Tovaglia. Si stenda una togaglia sul tavolo in modo onorevole, come se si stesse ricevendo un re, e così anche stia attento agli altri dettagli per apparecchiare la tavola come si deve[1].

2449.      Cucinare. Non è tenuto a cucinare e preparare più di quanto ha necessità.[2]



[1] Mishnàh Beruràh 300:1.
[2] Mishnàh Beruràh 300:1.

Se'udàh Revi'it

2446. "Se'udàh Revi'it" significa "il quarto pasto", ed è chiamato così perché si consuma dopo i tre pasti consumati durante Shabbat, all'uscita di Shabbat. Questo pasto è chiamato anche מלוה מלכה "Melavèh Malkàh" ~ "che accompagna la regina" ossia, che accompagna la regina dello Shabbat (Shabbat Malketà) mentre sta 'uscendo', per tornare la settimana successiva Be"H.


2447. Domanda: Questo pasto è obbligatorio o è solo una chumrà ~ rigorosità?
Risposta: Lo Shulchan 'arukh[1] dice:
"Una persona organizzi sempre il suo tavolo all'uscita di Shabbat per accompagnare lo Shabbat, persino se non necessita (di mangiare) che un KaZait", ossia - una persona deve preparare la tavola per questo pasto, anche se non vuole mangiare se un KaZait, che è una quantità molto piccola di pane, corrispondente a 27 grammi.
Comunque il livello di Mizvàh è leggermente minore rispetto a quello degli altri tre pasti di Shabbat, pertanto se çhas VeShalom non avesse di che mangiare che solo per tre pasti, dia la precedenza a quelli[2]. Ma se B”H se lo può permettere, allora sicuramente si impegni a mangiare anche la Se’udàh Revi’it. In particolare in base allo Zohar HaQadosh[3][A1]  se non compie la Se’udàh Revi’it è come se non avesse compiuto la Se’udàh Shelishit.            

[2] Mishnàh Beruràh 300:2.
[3][3] Citato nel çhesed LaAlafim 300:1# e nel Kaf HaChajim Sofer 300:15.

La vigilia di Rosh Chodesh

Oggi è la vigilia di Rosh Chodesh Tammuz.

2444. Tachanun. Non si recita Tachanun già a Minchàh della vigilia di Rosh Chodesh. (Shulchan 'arukh Orach Chajim 131:6)

2445. Teshuvàh. E' importante fare Teshuvàh in questo giorno, correggendo la sua cattiva condotta, così da poter sistemare ciò che ha sbagliato durante il mese, similmente a ciò che avviene la vigilia di Rosh HaShanàh su tutto l'anno precedente. C'è chi coadiuva questa Teshuvàh con un digiuno. (vedi Mishnàh Beruràh 417:4; riguardo alla vigilia di Rosh HaShanàh - vedi il libro "Le Halakhot del Mese di Elul")