Ta'anit Ester - alcune norme

Mer (13 Adar 5775, 4 mar '15) è giorno di digiuno - Ta'anit Ester!


1943.        Il Minhag. Minhag ~ uso di tutto il popolo d’Israel è quello di digiunare il 13 di Adar, per ricordare il digiuno di Ester che ha detto a Mordekhai di digiunare per aiutarla. [C’è chi sostiene che non è solo un Minhag, ma una mizvàh Midivrè Qabbalàh, cioè esplicita nei Neviim o Ketuvim, nello specifico nella Meghillat Ester (vedi 9:31)]

1944.  La sera prima è opportuno dichiarare che se ci si sveglia domattina prima dell''alot HaShachar ~ albeggio ci si riserva la possibilità di mangiare e bere. Il digiuno senza questa dichiarazione parte da questa sera quando si va a dormire fino all'uscita delle stelle. 

       Posso mangiare prima dell'albeggio? (vedi halakhot 223-224)
Posso lavarmi durante il digiuno? (vedi halakhàh 227)

Ta'anit Ester - chi digiuna?

il 13 di Adar - che cade Mer 4 Mar '15 - cade il Ta'anit Ester.


Le norme che seguono sono valide per il Ta’anit Ester, ma non c’è da paragonarlo necessariamente ad altri digiuni, perchè gli altri digiuni hanno rigorosità maggiori. (vedi Torat HaMo’adim 3:8)


Chi deve Digiunare?
1937.        Donne incinte e allattanti. Donne incinte e allattanti sono esenti dal “Ta’anit Ester”. (Torat HaMo’adim 3:3, vedi Ramà ז"ל Orach Chajim 686:2)

1938.       Chi è considerata incinta? E’ considerata incinta una donna cui si riconosce visibilmente che lo è, cioè dopo il terzo mese dall’inizio della gestazione. Se soffre di dolori e vomito, è esente dal digiuno ancora prima del concludersi dei tre mesi, persino se non sono passati 40 giorni dall’inizio della gestazione. (Torat HaMo’adim 3:3)

1939.       Partoriente. Una partoriente (anche non allattante) non deve digiunare entro i primi trenta giorni dal parto. (Chazon ‘Ovadiàh pag. 38-39:2)

1940.      Chi è considerata allattante? E’ considerata allattante una donna persino se ha smesso di allattare il figlio, a condizione che non siano passati 24 mesi dal giorno in cui ha partorito; ma è opportuno che la donna sia rigorosa nel capire la sua condizione fisica: se si sente debole allora eviti di digiunare; se si sente in forze digiuni. (Chazon ‘Ovadiàh pag. 38:2; ivi in nota; vedi Torat HaMo’adim 3:3)

1941.       Aborto ל"ע. Nel caso di un aborto ל"ע, la donna è esente dal digiuno di Ester nei  trenta giorni successivi. (Chazon ‘Ovadiàh pag. 38:2, vedi Torat HaMo’adim 3:3) E così se è debole è esente entro i 24 mesi. (Rav Daniel Gudis שליט"א, vedi Chazon ‘Ovadiàh pag. 38-39:2:7-6)

1942.        Sposo e sposa. Un חתן Chattan ~ sposo e una כלה Kallàh ~ sposaentro i primi sette giorni dal matrimonio, sono esenti dal Ta’anit Ester, e non possono essere rigorosi e digiunare, perché per loro è un giorno di Yom Tov. (Torat HaMo’adim 3:7)

Queste Halakhot sono state adattate dal libro "Purim - Halakhot e Minhaghim" (Seconda edizione - riveduta e corretta, con l'aggiunta di un capitolo dedicato a Purim che cade subito dopo Shabbat)  B"H disponibile a Roma e Milano יע"א in vendita al prezzo di 10 euro. E' possibile sapere dove si trova la copia più vicina scrivendo un'email a deroryqra@gmail.com.

Shabbat Zakhor -

[copre le halakhot di oggi e domani Be"H]

1933. Annuncio. E’ corretto ed opportuno annunciare al pubblico che mentre si ascolta la Parashàh di Zakhor, bisogna avere in mente di compiere la Mizvàh comandata direttamente nella Toràh di ascoltare la Parashàh di Zakhor (o quella di Paràh). Questo perché nel compiere ogni mizvàh della Toràh è necessaria כונה Kavanàh ~intenzione di compiere tale mizvàh (cfr. Chazon ‘Ovadiàh pag. 3:2, Torat HaMo’adim 2:7)

1934. Donne. C’è chi sostiene che anche le donne debbano compiere questa Mizvàh, essendo una Mizvàh della Toràh senza un tempo fisso; e c’è chi le esenta. Pertanto le donne che facilitano e non vanno a sentirla hanno su cosa appoggiarsi, ma coloro che vogliono essere rigorose e venire a sentire la Parashàh per uscire dall’obbligo secondo tutte le opinioni תבוא עלהן ברכה tavò ‘alehen berakhàh~ giunga su di loro benedizione. (Chazon ‘Ovadiàh pag.9-10:3)

1935. Sefer Toràh per la lettura delle donne. E’ permesso tirare fuori un Sefer Toràh per organizzare successivamente una lettura apposta per le donne. In tal caso, si legge la Parashàh di Zakhor senza berakhàh. (Chazon ‘Ovadiàh pag.10:3)

1936. Non disturbare. Si stia attenti che i bambini (o altri) non disturbino durante la lettura della Parashàh di Zakhor, ad esempio battendo i piedi quando si pronuncia il nome di ‘Amaleq. Questo perché il rischio è di non sentire le parole come si deve. (Chazon ‘Ovadiàh pag.5:2) [In ogni caso durante la lettura della Toràh è vietato parlare (Shulchan ‘arukh Orach Chajim 146:2)] 

[Tratto ed adattato dal libretto Purim: Halakhot e Minhaghim (Le Quattro Parashiot) ]

Lettura della Toràh - Zakhor

Questa settimana è Shabbat Zakhor, Shabbat che precede Purim  e quindi Be"H leggeremo la Parashàh di 'Zakhor et Asher 'asàh Lekhà 'Amaleq' ~ 'Ricorda quanto ti ha fatto 'Amaleq'.

1931. Letture dalla Toràh. La lettura della Parashàh di Zakhor, che secondo quasi tutti i poseqim, è comandata direttamente dalla Toràh (Min HaToràh o Mideoraita) e segue per questo alcune norme più rigorose. E’ opportuno seguire le stesse norme anche per la Parashàh di Paràh, che secondo molti poseqim è anch’essa comandata direttamente dalla Toràh. (cfr. Shulchan ‘arukh Orach Chajim 685:7, cfr. Chazon ‘Ovadiàh pag. 18:4, cfr. Torat HaMo’adim 2:18)

1932. Ta’amè HaMiqrà. Il בעל קורא ba’al qorè ~ colui che legge deve porre molta attenzione a leggere la parashàh in tutti i suoi dettagli, in particolare per quanto riguarda i Ta’amè HaMiqrà.(Torat haMo’adim 2:6) I Ta’amè HaMiqrà sono i “segni” presenti nel chumash che hanno funzione di indicare melodie e pause nella lettura. Le melodie variano da rito a rito.
[Tratto ed adattato dal libretto Purim: Halakhot e Minhaghim (Le Quattro Parashiot) che uscirà a breve Be”H]

[Tratto ed adattato dal libretto Purim: Halakhot e Minhaghim (Le Quattro Parashiot) che uscirà a breve Be”H]

Il 7 di Adar

Domani sera [mer feb '15] è il 7 di Adar 5775.

1928.        Il 7 di Adar. Il 7 di Adar è il giorno della scomparsa di Moshèh Rabbenu ע"ה. Per ricordare questo evento sono stati istituiti diversi usi:

1929.  Digiunare. Molti usano digiunare in questo giorno. (Shulchan ‘arukh Orach Chajim 580:2) Chi vuole digiunare deve accettare su di sé il digiuno il giorno precedente al termine della tefillàh di Minchàh. (Torat HaMo’adim 1:2)

1930.     Studiare. C’è chi usa studiare la notte del 7 di Adar uno studio particolare, ed è un bell’uso. (Torat HaMo’adim 1:2) Rabbenu Yosef Chajim ז"ל, autore del Ben Ish Chai, ha scritto un testo su ciò che è opportuno studiare].

“Non c’è dubbio che se si mettono in gruppo a studiare la sera del 7 di Adar, gli cadranno molte lacrime e così saranno espiate le loro trasgressioni” (dal Mo’ed LeKol Chai 31:10)

Zekher LeMachatzit HaSheqel - Quando?

1926.        Quando? Tutti sono d’accordo che si dona il Zekher LaMachatzit HaSheqel da Rosh Chodesh Adar fino a Purim. Ma qual’è il momento più adatto? Ci sono diversi usi: 
1.        Prima della lettura della Parashat Zakhor. Quindi entro lo Shabbat Qodesh che precede Purim. (Massechet Soferim  cap. 21 Halakhàh 4).
2.       Minchàh del Ta’anit Ester. Persino quando questo viene anticipato, poiché così si compie il dare zedaqàh durante il digiuno che è una delle parti fondamentali dei digiuni. (Ramà ז"לOrach Chajim 694: 1, Kaf Hachajim Sofer (Orach Chajim 694: 25) a nome del Rashash ז"ל)

Dicono i chakhamim  ז"לin Massekhet Berakhot (6 ‘amud bet): אגרא דתעניתא צדקתא  “Igrà deta’anita Tzidqeta” ~ “lo Sachar (il Merito) del Ta’anit (digiuno) è (costituito dal)la Tzedaqàh.”

3.       La sera di Purim, prima della lettura della Meghillàh. Così è l’uso a Yerushalaim תובב"א  (Torat haMo’adim 4: 1) 


1927.       Attenzione. Bisogna stare attenti a non chiamare tale denaro “Machatzit HaSheqel” anziché “Zekher LeMachatzit HaSheqel”, poiché si rischia di santificarlo per il Bet haMiqdash. (cfr. Torat HaMo’adim 4: 1) Nel caso una persona abbia commesso tale errore, si rivolga ad un Morèh Horaàh per sapere come comportarsi.

Zekher LeMachatzit HaSheqel - Per chi?

1924. Da che età? Ci sono vari usi per stabilire da che età si deve dare “Zekher LeMachatzit HaSheqel”:
1.      Dai 20 anni in su.
2.      Dai 13 anni in su. Ed è bene essere rigorosi e seguire (almeno) questa opinione (se non si dà addirittura per i feti). (vedi Torat HaMo’adim 3:4)

1925. Per Chi altro?
1.      Donne. Anche le donne diano il “Zekher LeMachatzit HaSheqel”. (Torat HaMo’adim 3:4)
2.      Bambini. C’è l’uso di darlo anche per loro, persino se ancora nella pancia della madre. (Torat HaMo’adim 3:4)
3.      Nel caso non se lo possa permettere. Nel caso non ci si possa permettere la stessa cifra per tutti, è opportuno dare per se stessi il valore di 10 grammi d’argento, e per gli altri un valore più basso (in base a quanto visto precedentemente a pag. 27 del libro, e halakhàh 1918)


Quanto e come dare il Zekher LeMachatzit HaSheqel?

1918.        Quanto? Ci sono varie opinioni su quanto donare per il Zekher LeMachatzit HaSheqel:
1. 10 grammi d’argento puro. Il valore del “Machatzit HaSheqel” è pari a 10 grammi di argento puro, e così anche il Zekher LeMachatzit HaSheqel. E così è l’opinione di Chakham ‘Ovadiàh Yosef שליט"א (Torat HaMo’adim 4: 2, cfr. Chazon ‘Ovadiàh pag. 102: 3) [Quest'anno 5775 - '15 circa 4,65 euro il 20 feb - con cinque euro si esce da ogni dubbio]
2. Metà della moneta corrente. Il Zekher LeMachatzit HaSheqel, rappresenta la metà della moneta corrente. Perciò, anche oggi si dona metà della moneta corrente nel luogo in cui si dona. (cfr. Ramà ז"ל Orach Chajim 694: 1)
3. Situazione economica difficile. In ogni caso, chi ha difficoltà a donare questo valore a causa del difficile status economico, è sufficiente che dia una sola moneta a seconda della sua possibilità come “Zekher LeMachatzit HaSheqel” (Torat HaMo’adim 4: 2)

1919. Come? E’ bene dare il valore del “Zekher LeMachatzit HaSheqel” suddiviso in tre monete metalliche, per ricordare che nella Toràh viene ricordata la formula “Terumat HaShem” per tre volte, quindi è opportuno donare il Zekher LeMachatzit HaSheqel in una forma triplice, attraverso tre monete. In ogni caso, si compie il Minhag del “Zekher LeMachatzit HaSheqel” anche dando un oggetto di valore pari alla quantità che si è tenuti a dare. Allo stesso modo si compie l’uso dando una banconota o un assegno di almeno tale valore. (cfr. Torat HaMo’adim 3: 3) E c’è chi sostiene che è bene dare tre volte tanto (Ramà ז"ל Orach Chajim 693: 1)

1920. Dove vanno i soldi? I soldi del “Zekher LeMachatzit HaSheqel” devono essere dati in Tzedaqàh, secondo le sue norme, e quindi devono essere dati agli ebrei poveri. Ancora meglio darli ai Talmidè Chakhamim poveri, o a organizzazioni che si occupano dello studio di Toràh e alle Yeshivot HaQedoshot, così da ottenere che la Tzedaqàh sia ancora più elevata. Inoltre, donando a questa categoria di persone, il loro studio porta כפרה kapparàh ~ espiazione per chi dona, com’è risaputo בס"ד che lo studio di Toràh porta כפרה  kapparàh ~ espiazione. (Torat HaMo’adim 4: 5)

1921. Ma’aser Kesafim. Chi usa estrarre il מעשר כספים “ma’aser kesafim” ~ “decima dai suoi guadagni”, non può utilizzare tale denaro per compiere il “Zekher LeMachatzit HaSheqel”. (Torat HaMo’adim 4: 6)

1922. Difficoltà economica. Se una persona ha difficoltà economiche chas veshalom, e quando ha cominciato ad estrarre il “ma’aser kesafim” ~ “decima dai suoi guadagni” ha detto che lo fa “belì neder” cioè “senza promessa” può dare da tale denaro il “Zekher LeMachatzit HaSheqel”. (Torat HaMo’adim 4: 6)

1923.  Se vuole dare di più. Se una persona vuole dare una cifra più cospicua aggiungendo al “Zekher LeMachatzit HaSheqel”, può aggiungere la differenza dal מעשר כספים “ma’aser kesafim” ~ “decima dai suoi guadagni”, anche se non ha detto “belì neder” quando a cominciato ad estrarre il “ma’aser kesafim” ~ “decima dai suoi guadagni”. (cfr. Torat haMo’adim 10: 9, 3: 4)

MiSheNikhnas Adar

Secondo giorno di Rosh Chodesh Adar 

1916. Simchàhמשניכנס אדר מרבים בשמחה Mishenikhnas Adar Marbim BeSimchàh ~ da quando entra Adar si aumenta la Simchàh (gioia).  (Massekhet Ta’anit 29 ‘amud bet)

1917.  Giudizi positivi. Visto che il mese di Adar è propizio per Israel, perché si è trasformato da potenziale sofferenza e distruzione aSimchàh ~ gioia (vedi Ester 9, 22), è possibile sfruttarlo. Ad esempio se un ebreo ha un giudizio in tribunale con un non ebreo, è opportuno che cerchi di fissarlo in questo mese. (Torat HaMo’adim 1:1)

Queste Halakhot sono state adattate dal libro "Purim - Halakhot e Minhaghim" (Seconda edizione - riveduta e corretta, con l'aggiunta di un capitolo dedicato a Purim che cade subito dopo Shabbat) disponibile in vendita al prezzo di 10 euro. E' possibile prenotare la propria copia scrivendo un'email a deroryqra@gmail.com.

Cos'è e perché dare il Zekher LeMachatzit HaSheqel?

1913. Cos’è il Zekher LeMachatizit HaSheqel? E’ uso diffuso in tutto Israel dare una somma in Tzedaqàh nel periodo tra Rosh Chodesh Adar e Purim, chiamata Zekher LeMachatzit HaSheqel. Nelle Halakhot successive vedremo Be”H il perché, il quando sia maggiormente opportuno donarlo e quanto.

PERCHÉ DARE IL ZEKHER LEMACHATZIT HASHEQEL
1914. Il Motivo. Si usa dare il זכר למחצית השקל “Zekher LeMachatzit HaSheqel” in ricordo del מחצית השקל Machatzit HaSheqel ~ mezzo siclo che si donava al בית המקדש Bet HaMiqdash ~Santuario quand’era ancora in piedi per comprare sacrifici pubblici. (Torat HaMo’adim 4: 1)

1915. Un altro motivo: [in base a Meghillàh 13 ‘amud bet] “Ha detto Resh Laqish: הקדוש ברוך הוא HaQadosh Barukh Hù ~ il Santo Benedetto Egli Sia sapeva che Haman, il malvagio, avrebbe portato dei sheqalim per (corrompere il re Achashverosh affinché gli permettesse di terminare in modo definitivo) la questione con il popolo d’Israel (sterminandolo). (HQB”H ha) perciò (comandato al popolo di donare il machazit hasheqel,) anticipando gli sheqalim del popolo a quelli di Haman il malvagio. Di conseguenza ogni anno, prima di Purim diamo il Zekher LeMachatzit HaSheqel per portare su di noi כפרה Kapparàh ~ espiazione, com’è successo in quella generazione.

Adattato da "Purim - Halakhot e Minhaghim" di Aharon Braha הי"ו