Effetti dell'ora 'solare'

1196. Qeriat Shem'a e 'amidàh. Bisogna porre attenzione con il cambio dell'ora da 'legale' a 'solare' a diversi cambiamenti di orari che divengono più 'restringenti'. Ad esempio l'ora della Qeriat Shem'a, entro cui si dovrebbe concluderne la lettura [fine della terza ora] secondo l'opinione del Gaon di Vilna ז"ל [più facilitante del Maghen Avraham che richiede di leggerlo un'ora prima] è molto più presto. E così anche il termine della quarta ora zemanit, che è il termine dell'ora delle Berakhot dello Shem'a:

Tali quest'anno ad oggi 29 ott '14 - per farsi un'idea [orari approssimativi]:

Termine               3a ora - fine Shem'a / 4a ora fine Birkot Shem'a
Gerusalemme            8.38                               9.33
Tel Aviv                    8.40                               9.35
Roma                         9.16                              10.08
Milano                       9.33                              10.24

La via mediana: i vestiti

1193. Vestiti elevati. Non indossi abiti di alto pregio per cui tutti lo osservano. Inoltre questo genere di abiti porta ad essere superbi ח"ו. (Così scrive il secondo motivo nel Qitzur Shulchan 'arukh Ganzfried 3:3 e similmente il primo nella Mishnàh Beruràh 2:fine 4 anche in base al Rambam ז"ל)

1194. Vestiti di bassissimo livello. Così non indossi abiti di bassissimo livello, o sporchi affinché non venga disprezzato dalle persone ח"ו. (Qitzur Shulchan 'arukh Ganzfried 3:3, vedi Mishnàh Beruràh 2:fine 4)

1195. Vestiti medi. Indossi invece degli abiti 'medi' e puliti. (Qitzur Shulchan 'arukh Ganzfried 3:3, vedi Mishnàh Beruràh 2:fine 4)

Mashiv HaRuach uMorid HaGheshem

1739. Sheminì 'azzeret. Da Musaf del giorno di Sheminì 'azzeret si comincia a recitare nella seconda Berakhàh della 'amidàh "Mashiv HaRuach uMorid HaGheshem" ~ "Che smuove il vento e fa scendere la pioggia" anzichè "Morid HaTal" ~ "Che fa scendere la rugiada". Si continuerà fino a Shacharit del primo giorno di Pesach compreso. (כ"כ Shulchan 'arukh Orach Chajim 114:1)

1192. Errato. Chi si fosse sbagliato e avesse recitato "Morid HaTal" anzichè "Morid HaGheshem", non torna indietro. (Shulchan 'arukh Orach Chajim 114:5) Questo perché anche nel periodo delle piogge c'è il Tal ~ rugiada, e quindi loda comunque HaQadosh Barukh Hù. (Mishnàh Beruràh 114:27) Nel caso però non sia ancora arrivato al Nome di HaShem dopo le parole "Barukh Attàh" al termine della Berakhàh, torna indietro e 'corregge' dicendo "Mashiv HaRuach uMorid HaGheshem", proseguendo nuovamente da lì in poi. (vedi Beur Halakhàh 114:6:אין מחזירין אותו a nome del Perì Megadim)

Sheminì 'atzeret e Simchat Toràh 5755 in brevissima

Sheminì 'atzeret - la sera di mer 15 ott '15 e il giorno successivo
Simchat Toràh [fuori da Eretz israel] - la sera di gio 16 ott e ven successivo.

Consigliata la Piccola guida di Yom Tov: vedi http://deroryqra.blogspot.co.il/2011/06/piccola-guida-per-yom-tov.html.

1731. Qiddush. La sera di Sheminì 'azzeret si recita il Qiddush, come ogni Yom Tov. Essendo una festa a sè stante da sukkot, si recita anche in essa la berakhàh di "Sheechejianu" al termine del Qiddush. E così anche la sera di Simchat Toràh. (Shulchan 'arukh Orach Chajim 669:1) Durante il giorno non si recita Sheechejianu.

1732. In Sukkàh a Sheminì 'atzeret. Fuori da Eretz Israel si prosegue a mangiare in Sukkàh anche il giorno di Sheminì 'atzeret, ma non si recita la Berakhàh di Leshev BaSukkàh. (vedi Shulchan 'arukh Orach Chajim 668:1)
1733. In Sukkàh a Simchat Toràh. Il giorno di Simchat Toràh è vietato stare in Sukkàh, perchè si incorrerebbe al divieto di "Bal Tosif", cioè di aggiungere qualcosa rispetto a ciò che ci è stato prescritto. Fuori da Eretz Israel Sheminì 'azzeret è un giorno differente da Simchat Toràh. Il giorno di Sheminì 'azzeret invece si rimane in sukkàh a mangiare - ma NON si recita la berakhàh di Leshev Basukkàh. (Shulchan 'arukh Orach Chajim 666) Sul dormire in sukkàh fuori da Eretz Israel a Sheminì 'azzeret dipende dagli usi, e ognuno segua il proprio.

1734Smontare la Sukkàh. E' vietato inoltre smontare la Sukkàh prima della fine di tutto il Chag, poiché fino all'ultimo giorno di Yom Tov è ancora possibile che sia necessaria, e nel giorno di Yom Tov stesso è vietato smontare. (Shulchan 'arukh Orach Chajim 666). Lo Shulchan 'arukh (ivi) aggiunge che si usa mettere dentro la Sukkàh durante Simchat Toràh una pentola per indicare e fare ricordare che la mizvàh si è conclusa.
1735. Mangiare l'Etrog. E' vietato consumare l'Etrog su cui si è recitata la Berakhàh fino al giorno di Simchat Toràh. (Shulchan 'arukh Orach Chajim 665:1, vedi ivi)
1736Decorazioni della Sukkàh. E' vietato utilizzare le decorazioni della Sukkàh anche fino alla fine dell'ultimo giorno di Yom Tov (Shulchan 'arukh Orach Chajim 667).

1737Ballare a Simchat Toràh. E' importante che gli uomini ballino durante Simchat Toràh per onorare la Toràh. Ogni goccia di sudore cancella dei peccati, quindi più si balla più si può scontare cose poco piacevoli Be"H e passare ad un ottimo anno sotto tutti gli aspetti Be"H.

1738. Shenajim Miqrà VeEçhad Targum. Chi non avesse ancora letto entro Hoshanà Rabbàh Shenajim Miqrà VeEchad Targum della Parashàh di VeZot HaBerakhàh, la legga prima della lettura della Toràh di Simchat Toràh. (vedi Birkè Yosef Orach Chajim 285) Mentre per la parashàh di Bereshit per gli abitanti di Eretz Israel va letta da Yom HaShishì in poi, e per gli abitanti di fuori da Eretz Israel va letta il giorno di Shabbat.

E' necessario ricordarsi anche:



  • 'eruv TavshilinQuest'anno gli abitanti di fuori da Eretz Israel devono preparare anche l' 'Eruv Tavshilin per poter cucinare dal giorno di Simchat Toràh per Shabbat prima di Yom Tov. L' 'Eruv Tavshilin consiste in un cibo cucinato prima di Yom Tov, solitamente un uovo sodo almeno un KaZait di pane (27 grammi). I dettagli: http://deroryqra.blogspot.com/2011/09/come-faccio-cucinare-se-shabbat-cade.html
    Nel caso non si cucini, comunque va preparato per accendere le candele, ma in tal caso - non si reciti la Berakhàh sull' 'eruv. 
  • Candela accesa.  Si lasci una candela da almeno 24 ore accesa, per poi accenderne un'altra da altre 24 ore per il giorno successivo, così da poter passare il fuoco - perchè è vietato accenderlo. Attenzione anche a preparare qualcosa su cui appoggiare il fiammifero in modo che non rischi di bruciare tutto, perchè è vietato spegnere il fuoco, ma è permesso lasciare che si spenga da soli.
  • Plata. Attaccare la "plata" di Shabbat, per poter riscaldare il cibo [è vietato attaccarla alla corrente durante Yom Tov].
  • Staccare il piezo dal gas, se si accende ad impulso elettrico.
  • Vestiti nuovi. Spesso durante Yom Tov si inaugurano B”H vestiti nuovi per onorare il Chag. In tal caso, si deve preparare il vestito per essere già pronto all’uso prima di Yom Tov perché non ci sia niente che possa essere problematico; ossia si tolgano eventuali aghi, fili, etichette e simili, perché non è possibile poi toglierli durante Shabbat e Yom Tov. 
  • Vestiti dalla tintoria. Se una persona non veste abiti nuovi, è possibile che abbia dato l’abito in tintoria [molto prima di Yom Tov]  In tal caso, deve stare attento a rimuovere eventuali etichette prima di Shabbat, affinché sia pronto all’uso.

Hoshanà Rabbàh 5775

Quest'anno (5775 - '14) Hoshanà Rabbà cade la sera di mar 14 ottobre e prosegue fino all'indomani (mer 15 ott). Consigliato: https://www.youtube.com/watch?v=Q7O_z7Los3E

1726. La Nottata. C'è l'uso di studiare tutta la notte di Hoshanà Rabbàh (vedi Shibbolè HaLeqet fine 271); in particolare completare tutto il libro di Devarim, possibilmente entro chatzot laylàh. (vedi lungamente i dettagli: http://deroryqra.blogspot.co.il/2013/09/hoshana-rabba-la-nottata.html) (vedi Ben Ish Chai Parashat Haazinu sull'argomento)

1727. La Tefillàh. Bisogna porre molta attenzione alla Tefillàh, in particolare di Shacharit e Mussaf, che completano il giudizio che è cominciato nel mese di Elul, proseguito a Rosh haShanàh, 'asseret Yemè Teshuvàh e con la "corte d'appello" di Yom HaKippurim. (vedi Ben Ish Chai Parashat Haazinu) [maggiori dettagli http://deroryqra.blogspot.co.il/2011/10/2halakhot4di-hoshana-rabbah-il-giorno.html]

1728. Dopo la TefillàhHoshanà Rabbàh si deve ricordare di compiere (dopo la Tefillàh di Mussaf): 
(a) la chavatat 'aravàh, cioè il batterla per terra come stampato nei maçhazorim [vedi come montarli vedi il video  http://www.youtube.com/watch?v=yv82ioxhKkk]
(b) leggere la parashàh Shenajim Miqrà VeEchad Targum di VeZot Ha-Berakhàh [trovate il testo a questo link: http://dyshemot.blogspot.co.il/2012/10/vezot-haberakhah-tutta-la-parashah.html; nel caso non si sia letta è meglio leggerla il giorno di Simchat Toràh piuttosto che il giorno di Sheminì 'Azzeret (fuori da Eretz Israel in cui sono divisi - Ben Ish Chai, la cui fonte è il Ramà di Fano ז"ל citato nel Birkè Yossef di Maran Ha-Chidà ז"ל)

1729. Mangiare l'Etrog. E' possibile mangiare l'Etrog solo dopo che la mizvàh “applicativa” con l’etrog sia stata completata. E' permesso solo nel giorno di Simchat Toràh. Solo nel caso in cui Simchat Toràh cada il primo giorno della settimana (dom) c'è chi lo vieta. (vedi Shulchan 'arukh Orach Chajim 665:1 e Ben Ish Chai (1 VeZot HaBerakhàh 10)) Ma se c'è necessità è possibile permetterlo anche in quel caso. (vedi Mishnàh Beruràh 665:6) 

1730. Studiare Toràh ad Hoshanà Rabbà. Durante il giorno di Hoshanà Rabbàh si stia attenti a non passare tutta la giornata a dormire, causa le ore notturne perse di sonno per chi ha recitato il Tiqqun in particolare. E’ necessario, esattamente come in tutti i giorni dell’anno, studiare sia di giorno che di notte. In particolar modo è consigliabile studiare di giorno parte del libro di Chagghai 2:1-9, Yehoshu’a 6:3-16 [Ben Ish Chai (Vezot HaBerakhàh 10)] poichè relativi al giorno di Hoshanà Rabbàh o alle Haqqafot.

1731. Preparativi per Yom Tov. Bisogna ricordarsi di effettuare i preparativi per Yom Tov, tra cui 
  • 'eruv TavshilinQuest'anno fuori da Eretz Israel bisogna preparare anche l' 'Eruv Tavshilin per poter cucinare nel secondo giorno di Sukkot per Shabbat prima di Yom Tov. L' 'Eruv Tavshilin consiste in un cibo cucinato prima di Yom Tov, solitamente un uovo sodo almeno un KaZait di pane (27 grammi). I dettagli: http://deroryqra.blogspot.com/2011/09/come-faccio-cucinare-se-shabbat-cade.html
    Nel caso non si cucini, comunque va preparato per accendere le candele, ma in tal caso - non si reciti la Berakhàh.
  • Candela accesa.  Si lasci una candela da almeno 24 ore accesa, per poi accenderne un'altra da altre 24 ore per il giorno successivo, così da poter passare il fuoco - perchè è vietato accenderlo. Attenzione anche a preparare qualcosa su cui appoggiare il fiammifero in modo che non rischi di bruciare tutto, perchè è vietato spegnere il fuoco, ma è permesso lasciare che si spenga da soli.
  • Plata. Attaccare la "plata" di Shabbat, per poter riscaldare il cibo [è vietato attaccarla alla corrente durante Yom Tov, anche attraverso un non ebreo].
  • Vestiti nuovi. Spesso durante Yom Tov si inaugurano B”H vestiti nuovi per onorare il Chag. In tal caso, si deve preparare il vestito per essere già pronto all’uso prima di Yom Tov perché non ci sia niente che possa essere problematico; ossia si tolgano eventuali aghi, fili, etichette e simili, perché non è possibile poi toglierli durante Shabbat e Yom Tov. 
  • Vestiti dalla tintoria. Se una persona non veste abiti nuovi, è possibile che abbia dato l’abito in tintoria [molto prima di Yom Tov]  In tal caso, deve stare attento a rimuovere eventuali etichette prima di Shabbat, affinché sia pronto all’uso.

Vivere in Sukkàh

1724. La Mizvàh di risiedere in Sukkàh. Ogni ebreo è tenuto a risiedere in Sukkàh nei sette giorni di Sukkot, ossia mangiare in essa, bere, dormire e camminare in essa, vivendoci tutti i giorni, sia di giorno che di notte, similmente a come fa in casa propria negli altri giorni dell'anno. (כ"כ Shulchan 'arukh Orach Chajim 539:1)

1725. Mangiare fuori dalla Sukkàh. E' permesso mangiare fuori dalla Sukkàh un pasto 'arai ~ temporaneo. E' considerato Akhilat 'arai il mangiare fino a KaBetzàh di pane [senza buccia - quindi 50 grammi] (vedi Shulchan 'arukh Orach Chajim 539:2) e così anche un piatto cucinato basato su farina o altri Miné Dagan [grano, orzo, spelta, farro e segale] se ci fissa il pasto, necessita di Sukkàh (Shulchan 'arukh Orach Chajim 539:fine 2). Quindi un uomo ebreo che vuole mangiare un piatto di pasta per pranzo questa settimana, necessita di Sukkàh. Però il riso non necessita di Sukkàh.
Similmente se mangia del Pat HaBà BeKisanin, come dolcetti, o cracker e simili, necessita di Sukkàh, e secondo alcune opinioni addirittura dovrebbe recitare la Berakhàh di Leshev BaSukkàh [i sefarditi non seguono tale opinione a meno che non consumano almeno 216 grammi - 4 Betzim] (vedi Mishnàh Beruràh 539:16)

Yom HaKippurim - The Day After

Barukh HaMavdil Ben Qodesh LeChol

Dal giorno dopo Yom haKippurim cominciamo con alcune norme:

1720. תחנונים Tachanunim ~ confessione dei peccati. Con annessi e connessi non si leggono almeno fino a Sukkot (vedi Ramà Orach Chajim 624:5). L'uso più comune è di non recitarli fino al termine del mese di Tishrè non si recitano. Così scrive Chakham 'Ovadiàh Yossef שליט"א (Chazon 'Ovadiàh Yamim Noraim 394:10) come uso di Yerushalaim תובב"א, e così il Kissè Eliahu (Orach Chajim 134:7) e il Ta'amè HaMinhaghim (cfr. pagina 342, Quntres Acharon 25 a nome del Seder HaYom), come uso diffuso in tutto il mondo. Ognuno segua il proprio uso. 

1721. Aggiunta. Il giorno dopo Yom HaKippurim c'è chi aggiunge un Mizmor (85) al Shir Shel Yom, cioè nel Mizmor che si legge il giorno stesso della settimana, in corrispondenza a ciò che cantavano i לויים leviim ~ leviti nel בית המקדש Bet HaMiqdash ~ Santuario

1722. Sukkàh. All'uscita di Yom HaKippurim è bene fare qualche preparativo per la costruzione della Sukkàh, così da passare da Mizvàh a Mizvàh. (Ramà Orach Chajim 624:5, 625:1). Sottolinea Rav Ben Tzion Abba Shaul ז"ל nel suo Or LeTzion - Mussar, che è necessario stare attenti in questi preparativi a non disturbare altre persone, che probabilmente sono stanche dal digiuno di Yom HaKippurim, perchè in tal caso chas veshalom si rischia di acquistare la prima 'averàh dopo Yom HaKippurim. Il Pisqè Teshuvot (624:7) dice che anche chi non ha la sukkàh è opportuno che studi Massekhet Sukkàh oppure le Halakhot sulla Sukkàh. 


1723. Etrog. Il giorno dopo Yom HaKippurim, dopo la Tefillàh di Shacharit è bene occuparsi dell'Etrog e delle altre specie. Se si è già acquistato, è bene rivederselo. (vedi Qedosh BeTzion alla fine del libro nelle note)

Yom HaKippurim 5775 - in brevissima!

[Copre le halakhot da oggi fino all'uscita di Yom HaKippurim, se ci fossero ulteriori domande, è possibile postare a deroryqra@gmail.com, tenteremo ב"נ וב"ש בס"ד di rispondere nel limite del possibile]

Yom HaKippurim è un giorno molto articolato. E' possibile vedere una lezione dettagliata:
http://youtu.be.com/t5cpNUh0rUc

Pertanto è necessario sapere alcuni punti che lo riguardano almeno in brevissima:
  1. La vigilia di Yom HaKippurim
    1. Tachanunim. Non si recitano i Tachanunim [se non nella 'amidàh di Minchàh]. (Shulchan 'arukh Orach Chajim 604:2, 607)
    2. Mangiare. C'è una mizvàh di mangiare molto più del solito; ci sono molti che usano completare in tale giorno almeno i pasti teorici del giorno successivo. (vedi Shulchan 'arukh Orach 604:1) Per maggiori dettagli vedi anche http://deroryqra.blogspot.co.il/2012/09/la-vigilia-di-yom-hakippurim-ce-una.html e http://deroryqra.blogspot.co.il/2013/09/la-vigilia-di-yom-hakippurim-e-la.html Non c'è alcun divieto a mangiare dolci, ed è invece vietato [durante tutto l'anno] fare qualsiasi offerta ad angeli! Serviamo HaShem non altro! [scrivo questo in seguito a domande sentite sull'argomento]
    3. Kapparot. c'è chi usa fare le kapparot - se non ci sono dei polli da shachatare davanti a lui, è bene farlo girando i soldi, dandoli poi in Tzedaqàh a ebrei poveri. E' corretto che il giro sia antiorario (vedi Qedosh BeTzion 2:4).
      1. La formula (anche traslitterata) delle kapparot sui soldi la trovate su http://dytefillah.blogspot.co.il/2012/09/kapparot-sui-soldi.html
      2. Altri dettagli sulle kapparot vedi http://toratimmecha.blogspot.co.il/2009/09/la-vigilia-di-yom-hakippurim-3-kapparot.html e Shulchan 'arukh Orach Chajim 605]. 
    4. Tevillàh. E' importante per gli uomini andare a purificarsi al Mikvèh prima di Yom HaKippurim, come riportato nello Shulchan 'arukh (Orach Chajim 606:4). Non si recita alcuna Berakhàh su questa Tevillàh.
    5. Hattarat Nedarim. Molti usano effettuare la Hattarat Nedarim la mattina della vigilia o la sera precedente. 
    6. Mangiare. 
  2. Poco prima di Yom HaKippurim.
    1. Lumi. Quest'anno 5775, in cui Yom HaKippurim cade di Shabbat si accendono sicuramente e si recita la Berakhàh che si conclude con:
Asher Qiddeshanu BeMitzvotav, VeTzivanu Lehadliq Ner Shel Shabbat VeShel Yom HaKippurim
    1. Candela. Va accesa prima di Yom Hakippurim una candela che duri fino all'uscita del giorno (quindi almeno 25/26 ore) per poterci recitare la Havdalàh. Quest'anno, nel caso si fosse dimenticato è possibile permettere e recitare la Berakhàh su una candela accesa apposta, come ogni Motzaè Shabbat.
    2. (non) Qiddush. Anche quando Yom HaKippurim cade durante Shabbat, non si recita alcun Qiddush sul vino.
  1. Il giorno di Yom HaKippurim.
    1. I divieti di Yom HaKippurim
      1. Mangiare e bere, 
      2. Rapporti con il proprio "partner" come fosse Niddàh [quindi compreso anche il separare i letti, non toccarsi l'uno con l'altro e simili], 
      3. Ungersi, utilizzare profumi, trucchi e deodorante [è però possibile metterli prima di Yom HaKippurim]
      4. Utilizzare scarpe di pelle/cuoio, 
      5. Lavarsi. La Netillat Yadaim della mattina si effettua solo fino alla fine delle dita. Così è vietato anche lavarsi i denti.
      6. Così è vietato anche fare Melakhot come durante Shabbat - maggiori dettagli su: http://deroryqra.blogspot.co.il/2012/09/quali-sono-i-divieti-di-yom-hakippurim.html - 
    2. Tefillàh. La tefillàh dev'essere fatta con kavvanàh ~ concentrazione, meglio se con almeno voce da pianto. Particolare attenzione va posta nella Tefillàh di Musaf e in quella di Ne'ilàh, ma non solo.
    3. 100 Berakhot. E' corretto completare le 100 berakhot giornaliere attraverso le berakhot sugli odori. E' bene farlo attraverso piante odorifere - però si stia attenti a non commettere divieti come strapparle dall'albero durante Yom HaKippurim (e nel caso non siano di propria proprietà, non farlo senza chiedere il permesso esplicitamente).
  2. L'uscita di Yom HaKippurim: non è determinata dallo Shofar, ma non si può mangiare fino all'Havdalàh, che si può recitare da dopo il suono, anche se più corretto è recitare 'arvit prima.
    1. Havdalàh. La Havdalàh di Yom HaKippurim va recitata su un bicchiere di vino o succo d'uva, e si recita la berakhàh sul fuoco rimasto acceso tutto il tempo e la berakhàh di HaMavdail. Qui il testo in ebraico e la relativa traslitterazione: http://dytefillah.blogspot.co.il/2012/09/havdalah-alluscita-di-yom-hakippurim.html Quest'anno se non ci fosse un fuoco acceso tutto il tempo, è possibile permettere di utilizzare un fuoco acceso apposta come ogni Motzaè Shabbat. Anche quando Yom HaKippurim cade di Shabbat non si recita la Berakhàh di Besamim nella Havdalàh, ma è possibile recitarla dopo aver concluso la Havdalàh.
    2. Birkat HaLevanàh - si usa recitare la Birkat HaLevanàh all'uscita di Yom HaKippurim.
  3. Maggiori dettagli sul giorno dopo Yom HaKippurim - http://deroryqra.blogspot.co.il/2011/10/2halakhot4di-yom-hakippurim-day-after.html

Vi segnalo inoltre che il filo conduttore di tutto è la Teshuvàh e il chiedere scusa al prossimo. (vedi Shulchan 'arukh Orach chajim 606) [vedi anche1151-1155]

Approfittiamo anche per chiedere meçhilàh ai lettori, causa mancanze negli articoli, mancati invii e simili [se poi sapete qualcos'altro ancora - per favore anche quello; se potete segnalarcelo anche meglio] .

 Ghemar Chatimàh Tovàh


Vi consigliamo anche un altro articolo su Yom HaKippurim:
Lifnè HaShem Titharu ~ Dinnanzi ad HaShem Purificatevi

'asseret Yemè Teshuvàh - cambiamenti nella Tefillàh

1716. HaMelekh HaQadosh. Nella 'amidàh degli 'asseret Yemè Teshuvàh si varia il termine della Berakhàh di HaE-l HaQadosh, e si recita al suo posto 'HaMelekh HaQadosh' per definire che in questi giorni il Re siede a giudicare l'Universo dimostrando il Suo Regnare. (Shulchan 'arukh Orach Chajim 582:1 e Mishnàh Beruràh 582:2) Se una persona si fosse dimenticato la sostituzione e non la effettua entro il tempo di Tokh Kedé Dibbur ~ entro una parlata, ossia il tempo necessario per dire le parole 'Shalom 'alekha Rabbì' (2-3 secondi), torna all'inizio della 'amidàh, ripetendo. (Shulchan 'arukh Orach Chajim 582:1-2) Lo stesso vale anche se è in dubbio se ha effettuato la sostituzione, perché solitamente una persona dice quanto è abituato a dire, quindi è più probabile che abbia recitato la formula di tutto l'anno (Shulchan 'arukh Orach Chajim 582:1 e Mishnàh Beruràh 582:3)

1718. HaMelekh HaMishpat. Similmente negli 'asseret Yemè Teshuvàh si cambia anche la fine della Berakhàh 'Melekh Ohev Tzedaqàh uMishpat' con la Berakhàh 'HaMelekh HaMishpat'. (Shulchan 'arukh Orach Chajim 118:1, 582:1) Nel caso si sia dimenticato, c'è una discussione se si ritorna indietro. Secondo Maran ז"ל nello Shulchan 'arukh (Orach Chajim 582:1) ritorna indietro mentre il Ramà ז"ל (Orach Chajim 118:1) sostiene che prosegue normalmente. Gli ashkenaziti seguono il Ramà ז"ל (vedi Mishnàh Beruràh 118:3), mentre tra i sefarditi c'è una discussione - secondo il Ben Ish Chai (Nitzavim 19) e il Kaf HaChajim Sofer (118:1) si segue la norma di Safeq Berakhot Lehaqel e quindi si segue il Ramà ז"ל, mentre secondo numerosi altri poseqim sefarditi si segue Maran ז"ל sia perché anche continuando si crea un Safeq Berakhot, sia perché c'è la presenza di un Minhag chiaro come Maran ז"ל in numerosi luoghi, come in Eretz Israel e a Djerba יע"א e non si dice Safeq Berakhot Lehaqel in un luogo dove è presente il Minhag. Tra questi poseqim sefarditi troviamo anche Chakham 'Ovadiàh ז"ל (vedi Chazon 'Ovadiàh Yamim Noraim 193(-199):4(:5); vedi inoltre Yabbi'a Omer 2:Orach Chajim:8-10) e il chakham gerbino Rabbenu Khalfon Moshèh HaKohen ז"ל nel suo Berit Kehunàh (Orach Chajim 'ain 5)