Yom Tov Shenì per chi abita in Israele e arriva all'estero (8° giorno di Pesach)

[copre le halakhot fino ad Issru Chag fuori da Eretz Israel]

Domanda. Abito oramai in maniera fissa in Israele ed ho chiesto ad un Morèh Horaàh, che mi ha detto che oramai devo festeggiare solo un giorno di Yom Tov. Il settimo e l'ottavo giorno di Pesach sto a casa dai miei genitori in Italia יע"א. Come mi devo comportare?

Per prima cosa, hai fatto bene a sottolineare che hai chiesto ad un Morèh Horaàh, ossia un Talmid Chakham esperto di halakhàh pratica sull'argomento, perché ci sono numerosi dettagli nella domanda, che variano di caso in caso, e non è opportuno 'decidere da soli', perché si può rischiare di commettere errori ח"ו. Se non sapete dove contattare un Morèh Horaàh [e non qualcuno che non si conosce neppure su vari luoghi su internet] scrivete a deroryqra@gmail.com. Le domande se necessario saranno passate ad un Morèh Horaàh.
Alcuni casi comuni, su cui è possibile sapere già la casistica si veda: http://deroryqra.blogspot.co.il/2013/05/d-vengo-in-israele-quanti-giorni-di-yom.html

Numerose però sono le halakhot riguardanti queste casistiche (si veda lungamente Chazon 'Ovadiàh citato e pagine successive, così anche Pisqè Teshuvot 496 a titolo di esempio) e non è possibile esaurire l'argomento in questo articolo. Vediamo solo alcune risposte a domande comuni a breve termine sull'ottavo giorno di Pesach. [Ho diviso l'articolo con alcune parti tra parentesi quadre che riguardano maggiormente gli approfondimenti per comprendere meglio la questione, ma non è strettamente necessario leggerli per sapere la norma]

1471. Cosa fare? Sicuramente per un ebreo che è considerato Ben Eretz Israel (ossia che abita in maniera fissa in Eretz Israel) e che arriva solo per Pesach dai parenti in Italia יע"א o in altri paesi fuori da Eretz Israel, è vietato compiere Melakhot in pubblico nel secondo giorno di Yom Tov (Yom Tov Shenì Shel Galuiot) perché altrimenti coloro che vedono ח"ו potrebbero considerare meno tale giorno.
C'è una discussione se sia invece permettibile la Melakhàh in privato (BeTzin'a), senza che nessuno lo veda. C'è chi sostiene che sia permesso, e chi sostiene che sia vietato. (vedi Kaf HaChajim Sofer 496:33-34) Chakham 'Ovadiàh Yosef ז"ל, nonostante sia noto che solitamente è facilitante, qui sostiene che sia opportuno essere rigoroso se non in rarissimi casi di Melakhot DeRabbanan, come relativamente ad alcune norme sul Muqzèh. (Chazon 'Ovadiàh Yom Tov 111-112:2(:4))
[Perché essere rigorosi? Per vari fattori, in particolare perché buona parte dei Rishonim (chakhamim importanti dell'epoca di Rashì ז"ל) dicono esplicitamente che è vietato, e non erano necessariamente sotto gli occhi di molte delle fonti che permettono, e questo avrebbe potuto far 'cambiare opinione' diverse autorità, perché questo genere di fonti ha maggiore peso nel campo della halakhàh.]

Attenzione! Spiega il Gaon HaRav Moshèh Feinstein ז"ל (Igrot Moshèh 8:Orach Chajim 5:24:3, similmente in Orach Chajim 3:72 אבל) che davanti ai propri parenti che abitano fuori da Eretz Israel, anche se ci si trova a casa propria, è considerato come Befarhesia ~ in pubblico! (vedi anche Pisqè Teshuvot 496:19:fine 5)

Divido l'argomento in due categorie - (1) candele, qiddush, havdalàh e chametz (1475)! (1472-1475) e (2) Tefillàh (1476-1482)

Candele, Qiddush, Havdalàh e mangiare
1472. Accendere le candele. Se è solita accendere le candele prima di Yom Tov anche quando è ospite, accenda  come fosse Yom Tov senza recitare alcuna berakhàh. Ciò vale anche se non si trova in 'compagnia', perché può esserci il rischio che qualcuno la venga a trovare e veda che non ci sono le candele accese. (Pisqè Teshuvot 496:19:2.

1473 .Qiddush. Un Ben Eretz Israel non può recitare il Qiddush la sera dell'ottavo giorno di Pesach, perché non è tenuto a recitarla. Pertanto non può neppure far uscire dall'obbligo qualcun altro. (כ"כ Pisqè Teshuvot 496:22, vedi Igrot Moshèh 5:Orach Chajim 3:72 אבל)

1474. Havdalàh. Per poter mangiare dopo l'uscita del settimo giorno di Pesach, il Ben Eretz Israel deve recitare la Havdalàh, senza farsi notare da altri. Quindi deve bere dopo averla recitata almeno Mellò Lugmav di vino (o succo d'uva). Mellò Lugmav è la quantità necessaria per riempire una guancia completamente, e in una persona media corrisponde a 42 cc. (Kaf HaChajim Sofer 496:36, così sostiene anche Chakham 'Ovadiàh ז"ל nel Chazon 'Ovadiàh Yom Tov 128:9, Pisqè Teshuvot 496:19:4:132 a nome di numerosi ulteriori poseqim tra cui il Gaon HaRav Shelomò Zalman Auerbach ז"ל, il Gaon HaRav Elyashiv ז"ל, e יבלחט"ו il Gaon HaRav Wosner שליט"א. Questa è anche l'opinione del Chakham italiano Rabbenu Chanania Casis ז"ל)
C'è chi sostiene invece che se è difficile, è possibile uscire dall'obbligo nel caso specifico recitando la Havdalàh nella 'amidàh dicendo 'Attàh Chonantanu'. (vedi Pisqè Teshuvot 496:19:4, vedi inoltre Igrot Moshèh 5:Orach Chajim 3:72 אבל) In tal caso si ponga attenzione a sentire la Havdalàh del giorno successivo da coloro che abitano fuori da Eretz Israel (vedi lungamente Chazon 'Ovadiàh 129-130:9:14 nella nota)
Ognuno segua i propri poseqim, ma in particolare per i sefarditi è generalmente preferibile la prima opzione.

Domanda. Posso mangiare çhametz l'ottavo giorno di Pesach?
1475. Chametz. E' vietato mangiare Chametz l'ottavo giorno di Pesach. (Chazon 'Ovadiàh Yom Tov 117:3)


Tefillàh
1476. 'arvit dell'ottavo giorno. Ad 'arvit dell'ottavo giorno di Pesach, si reciti la tefillàh dei giorni feriali, stando con il pubblico, e semplicemente recitando la 'amidàh differente, ricordandosi di recitare il brano di 'Attàh Chonantanu'. (vedi similmente Igrot Moshèh Orach Chajim 3:72 אבל)

1477. Shacharit. L'ottavo giorno di Pesach, sicuramente il Ben Eretz Israel dovrà pregare come un giorno 'feriale', com'è effettivamente Issru Chag. Quindi dovrà indossare i Tefillin in casa in privato recitandovi la Qeriat Shem'a, e dopo va al Bet HaKenesset con i vestiti di Shabbat e Yom Tov per pregare con il pubblico la 'amidàh. Lui leggerà la 'amidàh dei giorni feriali. (Chazon 'Ovadiàh Yom Tov 112:2, כ"כ Igrot Moshèh Orach Chajim 3:72 אבל; e כ"כ Kaf Hachajim Sofer 496:35, vedi anche Pisqè Teshuvot 496:16)

1478. Hallel. Quando il pubblico recita l'Hallel, lo reciti con loro, senza recitare alcuna Berakhàh. (Chazon 'Ovadiàh 112-114:2 - in ogni caso l'ottavo giorno si recita saltando alcuni passi, vedi ivi)

1479. Salire al Sefer. Si ponga attenzione a non salire al Sefer, e cerchi una scusa per evitarlo, ad esempio andando in bagno, oppure facendo capire con un gesto che si trova in mezzo alla tefillàh, o simili. (vedi Pisqè Teshuvot 496:18 ויזהרו, vedi ivi anche se l'ottavo giorno di Pesach cade durante Shabbat; vedi inoltre Kaf HaChajim Sofer 496:58)

1480. Musaf. Chiaramente per il Ben Eretz Israel l'ottavo giorno di Pesach essendo Issru Chag, non si recita Musaf. Ciò nonostante, deve rimanere con il pubblico al Bet HaKenesset essendo una questione 'in pubblico', e tenga il Siddur in mano, facendo pensare che fa la 'amidàh, e intanto legga qualche Mizmor Tehillim. (Chazon 'Ovadiàh Yom Tov 114:2)

1481. Minchàh. Per Minchàh ci si comporti come per Shacharit, recitando la tefillàh dei giorni feriali a pari passo con il pubblico che recita quella di Yom Tov. (vedi fonti precedenti)

1482. Chazan. Eviti chiaramente di essere chazan al Bet HaKenesset, perché si entra in numerosi problemi. (vedi Pisqè Teshuvot 496:18)

E' permesso tagliarsi la barba per onorare Shabbat di Chol HaMo'ed Pesach? e le unghie?

[In seguito a domande leMa'asèh sull'argomento, ed essendo di pubblica utilità, abbiamo pensato di pubblicarle meglio Be"H]

1470. Barba. Durante Chol HaMo'ed Pesach non c'è solo il problema del radersi la barba durante l' 'Omer, ma anche e soprattutto il divieto di radersi durante Chol HaMo'ed, vietato esplicitamente dallo Shulchan 'arukh (Orach Chajim 531). Pertanto, sicuramente è vietato radersi durante Chol HaMo'ed, anche per onorare Shabbat [vedi inoltre lungamente sull'argomento, Shut Yaskil 'avdì 6:5; vedi inoltre Pisqè Teshuvot 531:2, Chazon 'Ovadiàh Yom Tov 190-191:24]

1471. Unghie. Lo Shulchan 'arukh (Orach Chajim 532:1) dice che è permesso tagliarsi le unghie, sia delle mani che dei piedi, durante Chol HaMo'ed, e così è l'uso sefardita. Ciò nonostante, gli ashkenaziti usano essere rigorosi ed evitare, a meno che non ci sia una necessità per la Tevillàh della donna. (Ramà ז"ל Orach Chajim 532:1) Chi non ha un Minhag chiaro, può basarsi sulla norma stretta, in particolare per onorare Shabbat, se è solito farlo tutti gli Shabbatot, per cui anche molti ashkenaziti facilitano. (Pisqè Teshuvot 532:1)

Variazioni della Tefillàh di Chol HaMo'ed Pesach

[copre le halakhot di oggi e domani Be"H]

1466. 'Amidàh. In questi giorni di Chol HaMo'ed Pesach ci sono alcune variazioni nella 'amidàh:
1. Morid HaTal (Shulchan 'arukh Orach Chajim 114)
2. Barekhenu (si toglie VeTen Tal uMatar) (Shulchan 'arukh Orach Chajim 117)
3. Ya'alèh Veyavò, con l'aggiunta di Chol HaMo'ed (Shulchan 'arukh Orach Chajim 490:2)

1467. Altre parti della Tefillàh. Si aggiunge:
1. l'Hallel incompleto similmente a Rosh Chodesh (anche la berakhàh quindi segue le stesse norme di Rosh Chodesh, e dipende dagli usi di chi benedice o meno) (Shulchan 'arukh Orach Chajim 490:4)
2. 2 Sifrè Toràh. 3 persone salgono al  primo e una quarta al secondo Sefer. (vedi Shulchan 'arukh Orach Chajim 490:1-2)
3. Musaf. Si recita Musaf ogni giorno di Chol HaMo'ed. (כ"כ Shulchan 'arukh Orach Chajim 490:fine 2)

1468. Tachanun. Si continua a non recitare Tachanun (vedi Shulchan 'arukh Orach Chajim 429:2)

1469. Tiqqun Chatzot. Durante i giorni di Pesach non si recita Tiqqun Chatzot. (Ben Ish Chai 1 Vayshlach 7, Kaf HaChajim Sofer Orach Chajim 1:13)

Domanda. Mi sono dimenticato di fare la Bediqat Chametz - cosa devo fare?

1461.      La regola generale. Chi non ha effettuato la Bediqat Chametz la sera del 14 di Nissan, la effettui la mattina, appena se lo ricorda. Chi non l’avesse effettuata il 14 di Nissan la effettui durante Pesach. Chi non l’avesse effettuata durante Pesach, la effettui dopo senza berakhàh affinché non trasgredisca il divieto di consumare “Chametz She’avar ‘alav HaPesach” ~ “Chametz su cui è trascorso il Pesach”. (vedi Shulchan ‘arukh Orach Chajim 435:1, Mishnàh Beruràh 435:5)

1462.      Casa pulita. Nel caso fosse certo che casa sua è pulita da ogni Chametz, solo che ha dimenticato di effettuare la Bediqat Chametz, deve comunque effettuarla il prima possibile. Nel caso però sia già arrivato in mezzo a Pesach, è opportuno in questo caso che attenda fino alla sera di Chol HaMo’ed per controllare. (vedi Kaf HaChajim Sofer (Orach Chajim 435:8)) Chiaramente, nel caso sia già nell’ultimo giorno di Chol HaMo’ed, effettui la Bediqat Chametz di giorno, per evitare di entrare in ulteriori problemi. (vedi Mishnàh Beruràh 435:3)

1463. Candela e buchi. La Bediqat Chametz va effettuata comunque con una candela affinché possa verificare nei fori e nelle fessure, persino se la effettua di giorno. (Mishnàh Beruràh 435:4) Questo vale anche se si ha luce dall’esterno o la luce accesa, perché questa luce non penetrerà nelle fessure più piccole laterali. (vedi Sha’ar HaTziun 433:54)

1464.      Berakhàh. Anche durante Pesach si recita la Berakhàh sulla Bediqat Chametz, nonostante abbia già effettuato il Bittul Chametz. (Mishnàh Beruràh 435:5, vedi inoltre Shulchan ‘arukh Orach Chajim 435:1) 

1465.      Yom Tov. Durante Yom Tov c’è una machloqet se sia possibile effettuare la Bediqat Chametz, poiché non può eliminare il Chametz. Pertanto, nel caso in cui abbia effettuato il Bittul Chametz prima del termine della quinta ora, allora attende fino a Chol HaMo’ed per effettuare la Bediqat Chametz. In caso invece non l’abbia effettuata, allora c’è chi sostiene che la effettua subito [in tal caso però la candela dev’essere già accesa, perché non è automatico che possa accenderla apposta da un fuoco già acceso – vedi Sha’ar HaTziun 435:9]. (Mishnàh Beruràh 435:3 in base al Perì Chadash) Nonostante ciò è opportuno attendere comunque la sera di Chol HaMo’ed e verificare come si deve con una candela accesa. (Kaf HaChajim Sofer (Orach Chajim 435:7) e vedi inoltre Sha’ar HaTziun 435:9)

Diverse domande e risposte relative a Pesach (Acqua dal rubinetto, riso, Coca cola (2))


Domanda. Ho letto che è preferibile bere acqua dalla bottiglia durante Pesach. Posso però utilizzare quella del rubinetto se voglio?
1457. Acqua dal rubinetto. In base a Chakham 'Ovadiàh Yosef ז"ל è possibile permettere anche a priori l'utilizzo dell'acqua dal rubinetto in Italia יע"א durante Pesach, per essere bevuta, cucinare, e pulire insalata, senza dubbio, a condizione che venga filtrata bene prima dell'utilizzo. Chi vuole comportarsi con Middat Chasidut ~ comportamento migliore con il Signore, ed essere rigoroso, è corretto che preparino l'acqua prima di Pesach, prima del tempo in cui il Chametz diviene vietato (quinta ora zemanit della vigilia di Pesach), filtrandola prima per utilizzarla durante Pesach, e giunga su tali persone Berakhàh (כ"כ Chazon 'Ovadiàh Pesach 1:104:9 riguardo all'acqua del Kineret israeliano; si dilunga a spiegare i motivi del permesso, non scontato, nel Shut Yabbi'a Omer 7:Orach Chajim:44 e si possono applicare gli stessi motivi anche sull'acqua del rubinetto in Italia יע"א, che fino all'arrivo al rubinetto non è di proprietà di un ebreo, ma dello stato o di altri enti comunque non di un proprietario ebreo - per questo il çhametz si può annullare anche durante Pesach in un sessantesimo, ciò nonostante è necessario filtrare l'acqua)

Domanda. Posso preparare il 'riso per Pesach' durante Shabbat?
1458. Riso per Pesach. Abbiamo già visto lungamente (http://deroryqra.blogspot.co.il/2011/04/q-il-riso-e-chametz-durante-pessach.html) che il riso non è çhametz. Molti, in particolare ashkenaziti però, sono rigorosi a non mangiarlo per nulla durante Pesach essendo attenti ad evitare le Qitniot (cibi piccoli) com'era l'uso dei loro padri. Quest'uso non è diffuso tra la maggior parte delle comunità sefardite e così tra buona parte degli italiani. (vedi http://deroryqra.blogspot.co.il/2011/04/q-il-riso-e-chametz-durante-pessach.html)
Ciò nonostante, nel caso specifico del riso, l'uso comune è di controllarlo attentamente per tre volte, così da non rischiare che non ci sia qualcosa che potrebbe divenire çhametz che è finito tra il riso.
Sicuramente però, è vietato effettuare questo controllo durante Shabbat, poiché si trasgrediscono diversi divieti. I principali: (a) preparare da Shabbat ad un altro giorno, sempre vietato, e (b) si applica la Melakhàh di Borer, che consiste nel separare qualcosa che desidero da qualcosa che considero uno scarto, nel caso specifico il riso (desiderato) dal resto (possibili chicchi di grano e simili, o altro, considerati scarti). (sulla Melakhàh di Borer vedi Shulchan 'arukh Orach Chajim 319)

Una piccola nota - si stia attenti a pulire il riso lontano dal chametz che potrebbe cadervi, in particolare 'allontanando' i bambini che hanno spesso in mano biscotti e simili. Sono già capitati dei casi in cui si è dovuto buttare via tutto, o ricominciare tutto il controllo. (Chazon 'Ovadiàh Pesach 1:81:1(:2) a nome del Me'am Lo'ez)

Domanda. Ho visto che hai scritto (halakhàh 1456) che la coca cola che bevo durante l'anno è considerata chametz, e quindi se desidero bere della coca cola durante Pesach è necessario comprare quella kasher LePesach. Ma ho letto gli ingredienti e risultano essere gli stessi! Com'è possibile?
1459. Coca cola e composizione chimica. Bisogna sapere che gli ingredienti che figurano sull'etichetta possono essere sintomo di aiuto fino ad un certo punto. Un ingrediente come il glucosio (definito anche come zucchero su alcune etichette) può essere derivato da diversi componenti - dal grano ad esempio (e quindi è chametz) oppure da qitniot. (vedi Madrikh Kasherut 'edàh Charedit Pesach 5774 pag. 140 גלוקוזה) Pertanto, può essere tranquillamente che il nome dell'ingrediente non cambi, ma la composizione chimica cambi.
In questi casi, bisogna 'fidarsi' di chi si occupa di kasherut e informa il pubblico del problema che ci può essere in base alla composizione chimica, piuttosto che rischiare di mangiare çhametz çhas VeShalom.
E' anche possibile resistere otto giorni senza coca cola ;-), oppure reperirla Kasher LePesach.

Domanda. Questo discorso vale anche per la Coca cola 'zero', 'light'... e simili?
1460. Coca cola di vario genere. In questi tipi di prodotti durante Pesach abbiamo ulteriori problemi durante Pesach, perché solitamente sono composti da destrosio, aspartame e simili. Questi ingredienti in particolare fuori da Eretz Israel sono spesso derivati dal grano o da altri componenti che sono chametz. (vedi Madrikh Kasherut 'edàh Charedit Pesach 5774 pag. 140 אספרטיים, דקסטרוזה e altre voci) Pertanto sicuramente necessitano di una produzione sorvegliata per essere considerati Kasher LePesach. Se quindi troviamo sull'etichetta un buon Hekhsher ~ supervisione di kasherut riguardante Pesach nello specifico può essere consumato.

Attenzione! Un'etichetta 'aggiunta' soltanto che dice che il prodotto è Kasher LePesach dev'essere ben valutata, perché çhas VeShalom può essere sintomo di una contraffazione di qualcuno a cui è passato tra le mani. Non necessariamente il venditore ignaro, ma anche dal 'produttore' o dall'esportatore. Sulla coca cola solitamente questo timbro è presente direttamente sulla confezione.
Questo 'timbro' va ancora maggiormente valutato se il proprietario del negozio vende anche cibo non kasher, perché tale persona è sospettabile di non farsi troppi problemi a porre inciampo ad altri nel mangiare [nello specifico vendere cibo non kasher è vietato dallo Shulchan 'arukh (Yorèh De'ah 117); su questa halakhàh, la fonte è Chazon 'Ovadiàh Pesach 1:81:1(:2))

[Chiaramente di tutti i prodotti trattati non si è entrati nello specifico se siano kasher durante l'anno, ma si tratta principalmente della kasherut durante Pesach. La composizione può cambiare di paese in paese, pertanto ci si informi presso un ente competente di riferimento.]

E' meglio bere acqua dal rubinetto o dalla bottiglia? E' permesso comprare la Coca cola?

[copre le halakhot di oggi e ieri]

1454. Prodotti Kasher LePesach. Selezionare i prodotti kasher LePesach non è così semplice. Ci sono alcuni prodotti che se è risaputo che sono Kasher durante l'anno è possibile permettere durante Pesach, a condizione che (a) si sia acquistato prima di recitare il Bittul Chametz la vigilia di Pesach (entro la quinta ora zemanit), (b) che il prodotto sicuramente non ha dentro çhametz, ma ci può essere il dubbio che si sia mescolato del çhametz dentro e si debba annullare con un sessantesimo [durante Pesach il sessantesimo non vale, ma anche se fosse un millesimo non è sufficiente per annullare il çhametz presente]. Bisogna però fare attenzione, perché quanto riportato sulla confezione non è sempre la costituzione completa, inoltre va saputo leggere ed è necessario sapere come vengono prodotti i singoli ingredienti] Seguono un paio di esempi: 

1455. Acqua. Un tempo si prendeva l'acqua dal pozzo, pertanto si riempiva prima il pozzo completamente prima di Pesach, stando attenti durante Pesach che nessuno vi immetta del çhametz. Oggigiorno però, abbiamo B"H l'acqua corrente direttamente attraverso i condotti dell'acqua. Quindi non è più possibile porre attenzione alla questione. Pertanto è molto preferibile comprare l'acqua in bottiglia prima di Pesach, ed avercela già prima del Bittul Chametz. Anche se qualcuno alla fonte avesse fatto un picnic mangiando dei panini, sicuramente quanto presente nell'acqua è minore di un sessantesimo, ma se viene acquistata durante Pesach potrebbe essere problematico. Pertanto, è sufficiente acquistarla prima di Pesach e poi usare quella durante tutti i giorni di Pesach. (vedi Pisqè Teshuvot 467:14) [Questo a condizione che non ci siano 'gusti aggiunti' che possono essere problematici a sé, ma si tratta della sola acqua imbottigliata in bottiglie di plastica]

1456. Acquisti. In generale come si vede è quindi da evitare l'acquisto di cibo durante Pesach, così da evitare ogni genere di problema. Così anche andare in luoghi in cui non è certa la Kasherut, anche se dichiarata dal commerciante, è da evitare completamente. Bisogna sapere che il commerciante spesso difficilmente è 'credibile' sulla questione di kasherut durante Pesach. In Israele ad esempio, capita che in particolare ai turisti facciano vedere il 'contratto di vendita di çhametz' spacciandolo come Kasherut.
Inoltre spesso si sentono scuse tipo 'non voglio spendere per la Te'udàh di Kasherut' oppure 'la Te'udàh non me la danno perché tengo aperto durante Shabbat'. Bisogna sapere esplicitamente che se si tiene il negozio aperto durante Shabbat, ogni cosa 'prodotta' durante Shabbat attraverso una Melakhàh, sicuramente va vietata completamente nel suo godimento, e anche gli utensili è necessario kasherizzarli completamente, altrimenti tutto il cibo cucinato in essi è anch'esso non kasher. (vedi Shulchan 'arukh Orach Chajim 318:1-2 e commentatori) Pertanto, bisogna stare attenti ad evitare luoghi in cui la kasherut non è 'dimostrata' effettivamente, rendendosi conto che la principale responsabilità è di chi mangia! In particolare a Pesach, bisogna porre attenzione a questo genere di cose, ed anche se fosse necessario mangiare solo prodotti 'caserecci' non è terribile, basta attrezzarsi per tempo!

Domanda. Ma anche la coca cola posso acquistarla prima di Pesach?
1456. Coca cola. La coca cola senza una Hashgachàh ~ supervisione apposita per Pesach, sicuramente è Chametz. Anche volendo annullare il 'sessantesimo' non è possibile, perché un suo ingrediente deriva direttamente dal grano [così testimoniano anche diversi riferimenti alla kasherut della coca cola durante Pesach, compresi diversi Mashghichim, e similmente ci ha detto Rav Daniel Gudis שליט"א a nome del famoso Rav Rubin שליט"א, noto responsabile di un'importante e stretta Hashgachàh di Kasherut]. Questo per non parlare di ingredienti ancora più problematici nelle varie versioni 'zero' o 'light' [non necessariamente Kasher durante l'anno] tipo aspartame e destrosio che spesso vengono derivati da prodotti çhametz o direttamente dal grano [vedi Madrikh HaKasherut Badatz 'edàh Charedit 5774 pag. 140]

Bediqat Chametz e Pulizie di Pesach


1452. Bediqat Chametz. La sera prima di Pesach si effettua la Bediqat Chametz, che consiste nel controllo accurato di tutti i luoghi in cui può essere capitato di far entrare çhametz, così da verificare che non sia più presente. (vedi Shulchan 'arukh Orach Chajim 433)

1453. Pulizie di Pesach. Lo scopo principale delle pulizie di Pesach è quello di favorire la Bediqat Chametz eliminando il Chametz rimasto, in modo da non rischiare di trovarsi la sera prima di Pesach con tantissimo chametz da controllare, in particolare in cucina - nel frigorifero e negli armadi. Essendo luoghi dove solitamente è presente çhametz la norma stretta prevede che si controllino a fondo.
Solo, è possibile attraverso le 'pulizie di Pesach', già da dopo Purim, cominciare a pulire e verificare contemporaneamente la presenza di çhametz, così da poter evitare di effettuare controlli ulteriori la sera prima di Pesach. (vedi lungamente Sefer HaKasherut 6:10:38)

Pulire il frigorifero (2)

Prosegue le halakhot http://deroryqra.blogspot.com/2014/03/pulizie-di-pesach-frigorifero-1.html

1448. Settori 'delicati'. Bisogna porre attenzione particolare alla pulizia di diverse parti, cercando di rimuovere tutte le possibili incrostazioni e altri generi di rimasugli:
(a) gli scaffali,
(b) l'interno del frigorifero,
(c) la gomma attorno alla porta del frigorifero [Spesso ci vanno a finire dei rimasugli di cibo e briciole, che è assolutamente necessario eliminare prima di Pesach, perché è altamente probabile che siano anche Chametz]. Se il modello lo consente è meglio rimuovere completamente la gomma e ripulirla a fondo. Se invece non è consentito, si pulisca con molta pazienza con un panno o uno spazzolino, rimuovendo tutte le incrostazioni. In alcuni casi può essere d’aiuto anche un aspirapolvere.
(d) Scompartimento sotto il frigorifero. Ai piedi del frigorifero o del freezer solitamente c’è uno scompartimento bucherellato, in cui spesso si nasconde del Chametz. Il tutto va pulito attentamente. Se possibile rimuovere lo scompartimento è meglio, altrimenti si pulisca fino a dove è possibile arrivare e si spruzzi una sostanza che rovina il sapore sul resto, stando attenti a non rovinare alcunché.
(e) Sotto e dietro il frigorifero. Se possibile è opportuno spostare il frigorifero, perché spesso dietro o sotto il frigorifero vanno a finire anche residui di cibo.

1449. Altro. Per tutto il presunto Chametz che è rimasto e non è possibile raggiungere, si spruzzi una sostanza che rovina il sapore di quanto rimasto!

1450. Attenzione Sicurezza! Queste operazioni vanno fatte con molta attenzione, meglio a corrente staccata, così da non correre alcun rischio. Così anche va posta attenzione che il frigorifero non rischi di rovinarsi per ‘troppa enfasi’ nell’utilizzare sostanze troppo forti o simili.

1451. Rigorosità. C’è chi è rigoroso e riveste gli scaffali dove va il cibo kasher lePesach con della carta o del Nylon, affinché non lo si appoggi dove solitamente c’è çhametz.

Halakhot basate principalmente su Sefer HaKasherut.

Devo pulire le Haggadot dalle briciole di Matzàh?

Solitamente preferisco portare fonti 'scritte' per le halakhot, ma in tal caso ho visto che diverse persone hanno posto il dubbio, pertanto è importante 'risolverlo' Be"H. La fonte della prima halakhàh è Rabbì Daniel Gudis שליט"א, Rosh Kollel a Yeçhavèh Da'at. La seconda è un 'corollario'.

1446. La Matzàh dell'anno scorso. La Matzàh dell'anno precedente non è çhametz fintanto che non è stata a contatto con il Chametz. Pertanto, se ho utilizzato la Haggadàh di Pesach solo durante Pesach, non c'è alcuna necessità di pulirla - perché il cibo utilizzato era Kasher LePesach [a condizione che lo fosse, vedi halakhàh successiva]

1447. Al Seder 'didattico' e simili. Spesso però, in particolare i ragazzi partecipano nell'arco dell'anno a 'Seder didattico' o simili, simulazioni del Seder, con relativa Haggadàh. Per farlo, spesso preparano B"H a casa alcune parti da leggere meglio poi. In tal caso, è possibile che la Haggadàh sia stata a contatto con il chametz sia quando ci si è preparati che al 'Seder didattico' stesso, perché è possibile che anche la Matzàh utilizzata non fosse Kasher LePesach. 
E' importante sottolineare infatti, che oggigiorno molti produttori di Matzàh la producono tutto l'anno, senza porre attenzione alle necessità specifiche per Pesach. Pertanto, scrivono spesso su quella tipologia di Matzàh 'NON KASHER LEPESACH' [Per questo costa anche meno, ed è spesso disponibile anche nei supermercati]. Tale Matzàh è solitamente da considerarsi çhametz. In tal caso, sicuramente le sue briciole vanno pulite in precedenza, prima di arrivare al Seder. Perché anche se sulle briciole di çhametz c'è possibilità spesso di facilitare, sicuramente non sussiste tale facilitazione se si porta il libro a tavola, dove la briciola si può mescolare con il cibo, e si può çhas VeShalom arrivare a mangiare çhametz durante Pesach! Pertanto nel caso si sappia che si è utilizzata la Haggadàh [o altri testi che si portano a tavola] con del cibo su cui non si è certi al 100% che fossero kasher LePesach - effettivamente va pulita a fondo.

Riassumendo: se la Haggadàh è stata utilizzata solo durante Pesach con cibo Kasher LePesach, allora non è necessario pulirla [per questioni di chametz, ma può essere bene farlo per questioni 'igieniche' oppure affinché non si rovini troppo]. D'altra parte se è stata utilizzata durante l'anno con del cibo, va controllato a fondo se effettivamente presente qualche briciola di potenziale çhametz che va rimossa completamente.

Rosh Chodesh Nissan

Da stasera (31 mar '14 - 1 apr '14) è Rosh Chodesh Nissan, seconda tappa verso Pesach (la prima è Purim).

1441. Birkat HaYlanot. Da Rosh Chodesh Nissan si recita la Birkat HaYlanot [una volta all'anno] su due alberi da frutta in fiore. (vedi Shulchan 'arukh Orach Chajim 226:1) [vedi lungamente http://deroryqra.blogspot.com/2011/04/birkat-haylanot.html e https://youtu.be/e34esMwgvN4]

1442. Tachanun. Da Rosh Chodesh Nissan non si recita Tachanun per l'arco di tutto il mese di Nissan. (כ"כ Shulchan 'arukh Orach Chajim 429:2)

1443. Nesiim. Per ognuno dei primi 12 giorni di Nissan si usa recitare i Nesiim, ossia i brani legati alle offerte portate in tale giorno. Chi legge quanto riguarda tale giorno, porta del Bene all'universo. (vedi Sanhedrin 101 'amud alef, Kaf HaChajim Sofer 429:6) Qui trovate l'indice con il testo in ebraico e la relativa traslitterazione: http://dytefillah.blogspot.co.il/2014/03/indice-dei-nesiim-5774.html

1444. Digiuni. Non si effettua alcun digiuno pubblico e in particolare gli ashkenaziti usano non digiunare neppure un digiuno privato (vedi Bet Yosef e Ramà ז"ל Orach Chajim 429:2) 

1445. Bsisa. Stasera gli ebrei tripolini usano effettuare la Bsisa! (vedi Mishmeret Mo'ed 6:8) Maggiori dettagli: http://deroryqra.blogspot.co.il/2011/04/la-bsisa-nesiim-e-altri-usi-da-rosh.html