Luce accesa da non ebreo - godimento? [2. Un non ebreo che fa una Melakhàh]

"Domanda. E' possibile aver godimento della luce accesa durante Shabbat da parte di un non ebreo?"

Questa domanda ha un tasso di complessità elevato, e vorrei dividerla Be"H in diverse settimane, per cui ci accompagnerà prima di Shabbat. ב"נ וב"ש [prosegue da 1232]

2. Un non ebreo che fa una Melakhàh

1249. Melakhàh di un non ebreo. Anche se un non ebreo non è sicuramente tenuto a osservare Shabbat (vedi Rambam ז"ל Hilkhot Melakhim 10), ciò nonostante generalmente è vietato che un ebreo gli chieda di compiere una Melakhàh durante Shabbat, se non in casi molto particolari [vedi per molti di questi casi Shulchan 'arukh Orach Chajim 243-244, 252, 276, 307, 325]. Ci sono diversi motivi per il divieto, tra cui il rendere 'leggera' ai nostri occhi l'osservanza di Shabbat.

1250. Godimento della Melakhàh. Se un non ebreo effettua una Melakhàh della Toràh, come accendere una lampadina, per un ebreo - allora è vietato a tutti gli ebrei [sia quello per cui è stato acceso, che per gli altri] averne godimento. (vedi Shulchan 'arukh Orach Chajim 276:1 e Mishnàh Beruràh 276:1-3) E' vietato averne godimento affinché non si giunga al punto di chiedere in altre occasioni a un non ebreo di fare attività a noi vietate. (כ"כ Mishnàh Beruràh 276:2)

1251. Godimento di una Melakhàh DeRabbanan. C'è però da distinguere, perché se l'azione è vietata MiDerabbanan, e il non ebreo l'ha compiuta per un ebreo specifico, anche se a quell'ebreo è vietato averne godimento durante Shabbat, ad altri ebrei è permesso averne godimento durante Shabbat. (כ"כ Mishnàh Beruràh 276:3 in base a Shulchan 'arukh Orach Chajim 325:8)

1252. Fino a quando? Le Melakhot effettuate da un non ebreo, per cui è vietato averne godimento durante Shabbat, il divieto continua a mantenersi generalmente almeno per l'intervallo di tempo chiamato 'Bikhdè SheYa'asù', ossia il tempo necessario per realizzare tale Melakhàh. Ad esempio se il non ebreo ha cucinato qualcosa durante Shabbat in modo assolutamente vietato per un ebreo [su cui non sussiste il problema di Bishul 'akum, ad esempio se ha cotto una mela al forno, essendo la mela commestibile anche cruda], è vietato per l'ebreo averne godimento non solo durante Shabbat, ma anche dopo Shabbat per tutto il tempo necessario per effettuare la Melakhàh.

La prossima settimana Be"H vedremo cosa succede se il non ebreo fa una Melakhàh per sé stesso e non per l'ebreo, oppure per entrambi.

Birkat HaMazon - la Quarta Berakhàh "HaTov VeHaMetiv"

Birkat HaMazon - la Quarta Berakhàh "HaTov VeHaMetiv"
Come abbiamo visto [1239-1240] è importante sapere almeno il contenuto generale di ogni Berakhàh della Birkat HaMazon e della 'conclusione della Berakhàh'. Per questo lo riportiamo in questi giorni Be"H.

1247.  La Quarta Berakhàh. La Quarta Berakhàh della Birkat HaMazon è stata aggiunta dopo la distruzione del secondo Bet HaMiqdash, dopo un episodio tremendo, in cui gli antichi romani hanno fatto una strage nella città di Betar, in cui c'erano diversi milioni di ebrei הי"ד. Per diverso tempo i romani non volevano concedere neppure i loro corpi per essere seppelliti. Dopo un po' B"H abbiamo avuto un miracolo per cui sono stati concessi, ed è avvenuto un ulteriore miracolo: i cadaveri non hanno putrefatto, rischiando di provocare pestilenze e malattie varie. Pertanto i Chakhamim del Sanhedrin ~ Sinedrio hanno fissato da quella generazione la Berakhàh di HaTov VeHaMetiv, per cui ringraziamo HaShem che ci ha concesso i corpi dei morti da seppellire (HaTov ~ il Buono - riferito ad HaShem) e non sono neppure putrefatti. (HaMetiv ~ che fa del bene) [vedi Masseket Berakhot 48 'amud bet, Birkat HaShem 2:4:2(:4-5))

1248. Perchè qui? Questa Berakhàh è stata fissata dopo la Berakhàh di "Bonè Yerushalaim" perché dopo che è stata distrutta la città di Betar che era una delle metropoli più importanti d'Israele, seconda solo a Yerushalaim תובב"א, è stato estirpata l'ultima grande resistenza degli ebrei in Eretz Israel dai romani, e sarà presto ricostituita, quando verrà il Melekh HaMashiach, discendente della stirpe di David הע"ה, che costruirà presto ai nostri giorni Yerushalaim e il Bet HaMiqdash, Amen. (vedi Birkat HaShem 2:4:2(:13)

Birkat HaMazon - La Terza Berakhàh "Bonèh Yerushalaim"

Birkat HaMazon - La Terza Berakhàh "Bonèh Yerushalaim"
Come abbiamo visto [1239-1240] è importante sapere almeno il contenuto generale di ogni Berakhàh della Birkat HaMazon e della 'conclusione della Berakhàh'. Per questo lo riportiamo in questi giorni Be"H.

1245. La Terza Berakhàh. La Terza Berakhàh della Birkat HaMazon è stata istituita in questa forma da David e Shelomò, Re di Israel. David che ha conquistato Yerushalaim ha istituito la parte "'al Israel 'ammekha Ve'al Yerushalaim 'irekha" ~ "su Israel il Tuo Popolo e su Yerushalaim ~ Gerusalemme la Tua Città" mentre Shelomò che ha costruito il Bet Hamiqdash ha aggiunto "Ve'al HaBait HaGadol VeHaQAdosh" ~ "E sulla Casa [di HaShem, ossia il Bet HaMiqdash ~ Santuario] Grande e Santo", (vedi Massekhet Berakhot 48 resh 'amud bet) e consiste in una richiesta ad HaShem per la ricostruzione di Yerushalaim e del Bet HaMiqdash, come c'è scritto nella Toràh (Parashàh di 'Eqev, Devarim 8:10) "uVerakhta et HaShem E-loqekha 'al HaAretz HaTovàh Asher Natan Lakh" ~ "e hai benedetto HaShem Tuo Signore sulla Terra Buona che ti ha dato", per cui la cosa più buona è appunto costituita da Yerushalaim in generale e dal Bet HaMiqdash situato in essa in particolare. (vedi Birkat HaShem del Rav HaGaon Moshèh Levi ז"ל 2:4:2 (:, 4)9-10) [vedi ivi che spiega che quando il Bet HaMiqdash era in piedi, allora la formula era leggermente differente, ed è divenuta così come la leggiamo oggi quando il Bet HaMiqdash è stato distrutto]

1246. "Bonèh Yerushalaim". "Bonèh Yerushalaim" che è la conclusione della terza Berakhàh significa: "Che ricostruisce [HaShem] Yerushalaim ~ Gerusalemme".


Birkat HaMazon - La Seconda Berakhàh "Nodèh Lekhà"

Birkat HaMazon - La Seconda Berakhàh "Nodèh Lekhà"
Come abbiamo visto [1239-1240] è importante sapere almeno il contenuto generale di ogni Berakhàh della Birkat HaMazon e della 'conclusione della Berakhàh'. Per questo lo riportiamo in questi giorni Be"H.

1243. La Seconda Berakhàh. La Seconda Berakhàh della Birkat HaMazon è stata istituita in questa forma da Yehoshu'a Bin Nun, discepolo e successore di Moshèh Rabbenu, quando ha fatto entrare il Popolo Ebraico in Eretz Israel, (Massekhet Berakhot 48 resh 'amud bet) e consiste in una lode ad HaShem per il fatto di averci dato Eretz Israel, com'è detto nella Toràh (Parashàh di 'Eqev, Devarim 8:10) "uVerakhta et HaShem E-loqekha 'al HaAretz HaTovàh Asher Natan Lakh" ~ "e hai benedetto HaShem Tuo Signore sulla Terra Buona che ti ha dato". (Birkat HaShem del Rav HaGaon Moshèh Levi ז"ל 2:4:2(:. -4-5))


1244. "'al HaAretz ve'al HaMazon". "'al HaAretz Ve'al HaMazon" che è la conclusione della seconda Berakhàh significa: "[che Ti ringraziamo] sulla Terra [di Eretz Israel] e sugli alimenti". 


Birkat HaMazon - La Prima Berakhàh "HaZan"

Birkat HaMazon - La Prima Berakhàh "HaZan"
Come abbiamo visto ieri [1239-1240] è importante sapere almeno il contenuto generale di ogni Berakhàh della Birkat HaMazon e della 'conclusione della Berakhàh'. Per questo lo riportiamo in questi giorni Be"H.

1241. La Prima Berakhàh. La Prima Berakhàh della Birkat HaMazon è stata istituita in questa forma da Moshèh Rabbenu, quando è sceso il Man ~ la manna nel deserto, (Massekhet Berakhot 48 resh 'amud bet) e consiste in una lode ad HaShem per gli alimenti che ci dà, e per il fatto che ci mantiene; perché chi mangia ed è sazio è tenuto a ringraziare HaShem per il cibo che ha ricevuto, c'è scritto nella Toràh (Parashàh di 'Eqev, Devarim 8:10) "VeAkhalta VeSava'ata uVerakhta et HaShem E-loqekha" ~ "E hai mangiato, e ti sei saziato e hai benedetto HaShem Tuo Signore". (Birkat HaShem del Rav HaGaon Moshèh Levi ז"ל 2:4:2(:4-5))

1242. "HaZan Et HaKol". "HaZan et HaKol" che è la conclusione della prima Berakhàh significa: "Che alimenta tutti". 


Birkat HaMazon - Comprendere quanto si dice

1239. Comprendere quanto si dice. E' importante nella Birkat HaMazon comprendere quanto si dice, se non è possibile per tutto il testo, almeno per il 'contenuto' generale di ogni Berakhàh. (vedi Pisqè Teshuvot 185:1)

1240. Le Parti fondamentali. Le Parti fondamentali da comprendere sono (vedi Pisqè Teshuvot 185:1(:4) in base al Shulchan 'arukh HaRav (185:2) del Ba'al HaTanya) [e così anche nelle altre Berakhot, ma in particolare nella Birkat HaMazon]

  • Shem. Il Nome di HaShem - "Barukh Attàh HaShem" che significa "Benedetto Tu Sei HaShem", ossia noi riconosciamo che HaShem è Benedetto e Fonte di ogni Benedizione. 
  • Malkhut. Il Regno - "E-loqenu, Melekh Ha'Olam" che significa "Nostro Signore, Re dell'Universo", ossia noi riconosciamo che HaShem è il Nostro Signore, e che governa in ogni istante su tutto l'Universo, in ogni suo singolo dettaglio.
  • "Contenuto" della Berakhàh. Sia in apertura che in chiusura. [nelle prossime halakhot Be"H saranno dettagliate queste questioni relative ad ogni Berakhàh della Birkat HaMazon ב"נ וב"ש בס"ד]

Birkat HaMazon - Segullàh per la Parnasàh e altro...

Numerose sono le Segullot della Birkat HaMazon recitata come si deve secondo la Halakhàh. Vediamone alcune Be"H:

1236. Segullàh per la Parnasàh. "Chiunque sia attento sulla Birkat HaMazon, i suoi alimenti si trovano tutti i suoi giorni con Kavod. (Mishnàh Beruràh 185:1 a nome del Sefer Haçhinnukh (Parashat 'eqev Mizvàh 430))

1237. Segullàh per la gioia e abbondanza. Quando si recita la Birkat HaMazon con 'ain Tovàh ~ buon occhio e molta gioia, così gli vengono dati i suoi alimenti con gioia e con buon occhio. (vedi Kaf HaChajim Sofer 183:31 in base a Rabbenu HaArì ז"ל e allo Zohar HaQadosh)

1238. Per la Mizvàh. Comunque, come ogni Mizvàh, va compiuta principalmente per compiere la Mizvàh ~ precetto di HaShem Itbarakh, ma è importante sapere che cosa può portare, in particolare per 'sconfiggere' lo Yetzer HaR'a ~ istinto al male.

Luce accesa da non ebreo - godimento? [1. Il Divieto di accendere la luce]


Domanda. E' possibile aver godimento della luce accesa durante Shabbat da parte di un non ebreo?

Questa domanda  ha un tasso di complessità elevato, e vorrei dividerla Be"H in diverse settimane, per cui ci accompagnerà prima di Shabbat. ב"נ וב"ש

(1) Accendere la luce - il divieto

1232. Ma'avir. La Toràh ci vieta di compiere ogni azione che fa parte delle 39 Melakhot vietate da HaQadosh Barukh Hù agli ebrei durante Shabbat. Tra queste Melakhot troviamo la Melakhàh di Ma'avir (vedi Massekhet Shabbat 73 sof 'amud alef), che consiste nell'accendere un fuoco o una luce. 

1233. Luce elettrica. A scapito di un errore di considerazione di molte persone che non hanno avuto la possibilità di studiare bene la questione, anche accendere la luce elettrica costituisce un divieto, generalmente della Toràh, che ricade nella Melakhàh di Ma'avir appena citata (1233). Anche se secondo alcuni Poseqim (tra cui il Chazon Ish) nel caso dell'accensione di un circuito elettrico si contravvengono altre Melakhot ulteriori, l'opinione della maggior parte dei Poseqim è di limitarsi alla Melakhàh di Ma'avir nel caso di una lampadina. (vedi Chaazon 'Ovadiàh Shabbat 6:2(:2) e fonti ivi citate)

L'errore di considerare l'accensione della luce elettrica come non vietato è dovuto a due fattori solitamente:

1234. Da cosa deriva l'errore (1) - Melakhàh non impegnativa.  (a) considerare erroneamente Melakhàh come 'lavoro' [spesso a causa di alcune traduzioni] e quindi come attività impegnativa, mentre si tratta di un' "operazione particolare" definita da HaQadosh Barukh Hù come vietata durante Shabbat. Ad esempio trasportare un fazzoletto per strada, anche se la fatica che consta è praticamente nulla, è vietato durante Shabbat. (vedi Shulchan 'arukh Orach Chajim 301) D'altra parte farsi 10 piani di scale per arrivare a casa che sicuramente è molto faticoso, è assolutamente permesso durante Shabbat. Vediamo quindi che non c'è alcuna 'connessione' tra fatica e Melakhàh.

1235. Da cosa deriva l'errore (2) - Ma un tempo. (b) il secondo fattore che porta ad errare è solitamente il fatto di pensare che anche se in generale la Melakhàh non è necessariamente faticosa, ma nello specifico un tempo si accendeva il fuoco con molto impegno, mentre oggi accendere una luce non consta alcuna fatica. In realtà anche ciò è errato, perché accendere un fuoco poteva essere questione di un istante, grazie alle pietre focaie. Tanto che il primo fuoco mai acceso, quello di Motzaè Shabbat di Adam HaRishon  è stato acceso in un istante soltanto (vedi Massekhet Pesaçhim 54 'amud alef,vedi anche Pirqè DeRabbì Eli'ezer cap. 20(:14)). Pertanto non è vero che se 'non è faticoso' allora non è vietato. 

Consiglio! La soluzione più semplice per accendere e spegnere la luce durante Shabbat in casa è predisporre un timer (spesso chiamato in ebraico 'Sha'on Shabbat' ~ 'orologio di Shabbat').


Birkat HaMazon - fino a quando?

Domanda. Fino a quando si recita la Birkat HaMazon?

1229. Digerito. Si può recitare la Birkat HaMazon fino a quando il cibo nel proprio intestino è stato digerito. Questo tempo è stimato fino a quando non si è già affamati nuovamente rispetto a quanto mangiato. (כ"כ Shulchan 'arukh Orach Chajim 184:5; vedi anche Kaf HaChajim Sofer 184:28# e vedi inoltre Birkat HaShem 2:2:188#)

1230. Entro 72 minuti. Entro 72 minuti il tempo di digestione sicuramente non è trascorso. Oltre dipende da persona a persona, da quanto mangiato e da diversi altri fattori. (vedi Mishnàh Beruràh 184:20).

1231. Meglio. Se possibile è meglio mangiare un ulteriore KaZait di pane prima di recitare la Birkat HaMazon se il pasto è durato parecchio, in particolare se si è mangiato poco pane. (כ"כ Mishnàh Beruràh 184:20(:22), vedi inoltre Kaf HaChajim Sofer 184:30)

Tallit e Tefillin con Minjian

בס"ד
Sette di mattina, Yom Shelishì 25 di Cheshvan,
degli attentatori arabi entrano in un Bet HaKenesset e attaccano brutalmente con pistole e coltelli coloro che stavano pregando ammantati con tallit e tefillin. Quattro restano uccisi, numerosi i feriti.
Vorrebbero fermarci, impaurirci, minare la nostra Emuna’ in HaQadosh Baruch Hu’.
Noi diciamo No!
E ci rafforziamo proprio sul fronte su cuoi volevano indebolirci.
Partecipa anche tu a questa campagna:
[vedi immagine nell'articolo]